Richard Gere: niente social e altri curiosità sulla star di Affari Sporchi

Richard Gere: niente social e altri curiosità sulla star di Affari Sporchi
di

Manca dalle scene dal 2017, Richard Gere, dall'uscita di Three Christs di Jon Avnet, e la carriera dall'attore di Pretty Woman in realtà è radicalmente cambiata a cavallo tra gli anni '90 e il nuovo millennio, molto meno attore e più attivista e interessato a politica e problematiche sociali, come ad esempio gli homeless.

La sua carriera è esplosa nel 1980 con American Gigolò, rendendolo un sex symbol, e proseguita con successi quali Pretty Woman e Affari Sporchi, quest'ultimo film diretto da Mike Figgis in onda questa sera, 6 giugno 2020, su La 7 alle 23:30. Il suo lavoro è sempre andato a braccetto con la lotta per importati cause civili e pacifiste, tanto che è notoriamente di religione buddhista, convertito, e ha incontrato persino il Dalai Lama. Tra i suoi desideri c'è anche la speranza di poter incontrare un giorno il Papa.

Nonostante la sua notorietà, Richard Gere ha rivelato di non avere alcun profilo social attivo, né su Facebook, né su Twitter né su Instagram o qualsiasi altra piattaforma. Non gli interessano e non comunica o vuole comunicare tramite i social con i suoi sostenitori o fan, che invece invita all'attivismo come lui, aiutando i più deboli. I suoi ultimi film, tra cui Gli Invisibili, sono proprio dedicati alle lotte civili a lui tanto care.

Recentemente ha anche rivelato di aver visto Pretty Woman una sola volta. Considerando che si tratta del suo film più noto e importante, questo dà la misura del suo interesse relativamente ridotto per il mondo del cinema.

Quanto è interessante?
1