Rian Johnson e il suo rapporto conflittuale con i film horror: "Colpa dei miei genitori"

Rian Johnson e il suo rapporto conflittuale con i film horror: 'Colpa dei miei genitori'
di

Il regista Rian Johnson è famoso e acclamato dalla critica di tutto il mondo per la sua capacità di affrontare i generi cinematografici e rivisitarli cambiando le carte in tavola, ma stando ad un recente webinar con Film Independent questo suo stile non sarà mai applicato al cinema horror.

Il regista ha infatti parlato del suo rapporto di amore e odio con il genere, elencando i suoi film preferiti ma specificando che non ne girerà mai uno: questo per via di qualcosa che accadde durante la sua infanzia.

"Ad essere onesti è un genere che, dato che la mia famiglia era molto religiosa, quando stavo crescendo non mi è mai stato permesso di approfondire perché non potevo vedere delle cose molto intense. Non è un genere col quale sento di avere una base emotiva", ha affermato Johnson, che è cresciuto da cristiano nella Contea di Orange prima di conseguire la laurea in cinema presso la University of Southern California. "Ho molti amici che sono cineasti incredibili e si dedicano a questo genere e realizzano dei film che mi stupiscono davvero. Ma provare a farne uno non è qualcosa che mi ha mai attratto", ha detto.

Tuttavia, fra i suoi film preferiti ci sono anche alcuni horror, come ad esempio Alien di Ridley Scott e Under the Skin, thriller d'avanguardia di Jonathan Glazer con Scarlett Johnasson, che sebbene non sia propriamente un horror Johnson "considera una specie di film horror, e questo è uno dei miei primi cinque preferiti. Immagino dipenda da come definisci l'orrore."

Per altri approfondimenti vi rimandiamo alla recensione di Cena con Delitto, opera che abbiamo inserito nella nostra classifica dei migliori film del 2019.

FONTE: IndieWire
Quanto è interessante?
1