Resident Evil, il regista spiega: 'Ecco perché ho unito le trame dei primi due giochi'

Resident Evil, il regista spiega: 'Ecco perché ho unito le trame dei primi due giochi'
di

Resident Evil è materia piuttosto spinosa per quanto riguarda il grande schermo: i fan non sono disposti a perdonare altri passi falsi dopo le varie trasposizioni targate Paul W.S. Anderson, ragion per cui in molti hanno già storto il naso dinanzi ad alcuni dettagli della trama di questo Welcome to Raccoon City.

Nonostante il regista abbia promesso ai fan di Resident Evil la fedeltà al materiale originale, infatti, nono sono stati in pochi a notare come il film di Johannes Roberts abbia effettivamente unito le trame dei primi due capitoli della saga videoludica.

Una scelta parecchio discussa, che però è stata spiegata proprio in queste ore dal regista e sceneggiatore: "Volevo la villa, quindi mi sono state date le chiavi di questo regno e ho pensato: 'Cosa voglio fare?' Vuoi la villa, quindi aspetti che qualcuno ti fermi ma nessuno lo fa, e allora continui: 'Voglio anche la caserma della polizia nel film'" sono state le sue parole.

Roberts ha poi proseguito: "È stato molto divertente, sono stato molto influenzato da John Carpenter e dalla sua sensibilità come storyteller. Distretto 13 si svolge tutto in una notte, ho pensato sarebbe stato un ottimo modo di raccontare questa storia quello di andare avanti e indietro tra la villa e la caserma di polizia". Vi sembra una spiegazione soddisfacente? Fatecelo sapere nei commenti! Qui, intanto, trovate la nostra recensione di Resident Evil Welcome to Raccoon City.

FONTE: collider
Quanto è interessante?
3