Renato Pozzetto, la star di Un Povero Ricco: "Ecco come sono nati i miei tormentoni"

Renato Pozzetto, la star di Un Povero Ricco: 'Ecco come sono nati i miei tormentoni'
di

Questa sera Renato Pozzetto torna in tv con Un Povero Ricco, il film del 1983 diretto da Pasquale Festa Campanile in cui recita al fianco di Ornella Muti. L'attore, che nel corso degli anni è diventato un vero e proprio simbolo della comicità all'italiana, ha rivelato che la guerra ha avuto un impatto fondamentale nella sua vita.

Proprio appunto nel corso della guerra ha avuto modo di incontrare Cochi, il suo braccio destro con il quale ha formato uno storico e scanzonato duo a partire dagli anni '60.

"Io e Cochi ci siamo incontrati per la prima volta a Gemonio, mentre fuggivamo dai bombardamenti che avevano colpito sia casa sua che casa mia. Siamo scappati lì. Io avevo due anni, lui qualche mese di meno. La mia comicità insomma, è nata tra le bombe. Io sono rimasto là fino a guerra finita, lui forse se n’è andato prima, ma trascorrevamo in quel luogo le nostre vacanze e ci rincontravamo. La nostra è stata più che un'amicizia".

Sebbene Renato Pozzetto sia per qualche tempo scomparso tra le scene, resta comunque uno dei comici italiani più apprezzati di sempre e sui suoi classici tormentoni ha detto: "Ho traslato nei film il mio modo di affrontare la vita e mi è piaciuto nel corso della mia esistenza incontrare gli uomini, la gente. Quando dicevo 'eh la Madonna!' era un linguaggio tipico del muratore che si dà una martellata che tutti noi possiamo incontrare. L'origine di 'Taaac'? L'ho imparato da un ragazzo che frequentava il Derby e lo usava mentre raccontava cose stupide".

Quanto è interessante?
5