di

Mancano all’incirca due mesi e il nuovo film fantascientifico di Steven Spielberg, che a breve tornerà nelle sale con The Post dal 1° febbraio, travolgerà lo sguardo dello spettatore in una realtà tratta dall’omonimo best seller di Ernest Cline.

Il pluripremiato regista Steven Spielberg, autore di importanti produzioni cinematografiche che abbracciano un vasto arco generazionale, spiega tra le altre cose nell’ultimo speciale sottitolato di Ready Player One cosa l’abbia convinto a far parte del progetto sceneggiato da Zak Penn (The Avengers) e da Ernest Cline, quest’ultimo autore del romanzo a cui si ispira il lungometraggio.

Oltre alle parole spese da Spielberg e da Cline sull’idea di futuro distopico verso la quale l’umanità potrebbe incorrere, la featurette mostra una serie di sequenze inedite della pellicola fantascientifica.

Il film è ambientato nel 2045, anno in cui il mondo sta per collassare sull’orlo del caos. Ma le persone hanno trovato la salvezza nell’OASIS, un enorme universo di realtà virtuale creato dal brillante ed eccentrico James Halliday (Mark Rylance). A seguito della morte di Halliday, la sua immensa fortuna andrà in dote a colui che per primo troverà un Easter egg nascosto da qualche parte all’interno dell’OASIS, dando il via ad una gara che coinvolgerà il mondo intero. Quando un improbabile giovane eroe di nome Wade Watts (Tye Sheridan) deciderà di prendere parte alla gara, verrà coinvolto in una vertiginosa caccia al tesoro in questo fantastico universo fatto di misteri, scoperte sensazionali e pericoli.

Ready Player One uscirà nelle sale italiane è fissata per il 29 marzo 2018.

Quanto è interessante?
1