Ready Player One: gran parte del film ambientato nell'OASI in Motion Capture

di

In una recente intervista, la stella Tye Sheridan ha discusso di come il film dal titolo Ready Player One si adatterà al romanzo e di come la tecnologia sarà utilizzata per la realizzazione della pellicola, rivelando che la maggior parte del film sarà in Motion Capture.

Sheridan ha rivelato che buona parte del film si svolgerà nel mondo virtuale e ha spiegato come il film rimarrà fedele al materiale originale: "Il 60% del film si svolge in questo gioco virtuale e il 40% ha luogo nel mondo reale. L'idea del film è che questo videogioco, questa realtà virtuale è molto più affascinante rispetto al mondo reale; le persone hanno un lavoro all'interno di questo gioco chiamato OASIS e trascorrono la loro vita al suo interno. Il mio personaggio è una specie di perdente nel mondo reale, ma in questo videogioco il creatore muore e lascia dietro di sé indizi nascosti all'interno del gioco. Per chi riuscirà a trovare questi indizi ci saranno migliaia di miliardi di dollari e il controllo di OASIS. Il mio personaggio è il primo a trovare un indizio. Quindi, il suo avatar diventa famoso nel videogioco, ma nel mondo reale resta sempre il solito perdente.".
Sheridan ha spiegato che Spielberg impiegherà la tecnologia motion-capture al fine di creare gli avatar presenti nel mondo virtuale: "Abbiamo girato per le prime sette, otto settimane in mo-cap. Tutto ciò che accade in Oasis è tutto girato in motion capture.". Purtroppo, Sheridan non ha ancora ben presente quale sarà l'aspetto di questi avatar: "Questo è ancora un po' un mistero per me. Non so a che cosa gli avatar assomiglieranno, ma ho sentito che saranno diversi dalle loro controparti reali.".
Ready Player One uscirà nelle sale il 30 marzo 2018.

FONTE: HH
Quanto è interessante?
0