Il re leone: Jon Favreau e i motivi del ritorno di James Earl Jones per Mufasa

Il re leone: Jon Favreau e i motivi del ritorno di James Earl Jones per Mufasa
di

Jon Favreau ha reclutato un cast vocale composto da diverse star per il live action Il re leone, basato sul Classico d'animazione della Disney. In particolare Donald Glover, Beyoncé e Seth Rogen hanno sostituito Matthew Broderick, Moira Kelly e Ernie Sabella rispetto al film d'animazione degli anni '90. A tornare sarà invece James Earl Jones.

Il popolare attore presterà nuovamente la voce a Mufasa, padre di Simba. Jon Favreau ha spiegato i motivi che l'hanno condotto a questa scelta:"Lo vedo come un passaggio d'eredità. Solo sentire le battute è davvero commovente e surreale".
L'eredità di Il re leone è davvero ingombrante, visto che il film originale rappresenta lo 'zenit' del Rinascimento Disney e rimane uno dei film più iconici della major.
Jon Favreau voleva che ci fosse un legame ancora più grande tra i due film e James Earl Jones avrebbe potuto fare da collante fra i due film.

E se c'è una voce che non può essere sostituita è proprio quella di Mufasa con James Earl Jones; la sua voce è così riconoscibile, potente e solenne che sarebbe un compito piuttosto arduo per chiunque sostituirlo.
Come affermato a Empire da Jon Favreau 'ascoltare James Earl Jones è stato surreale e mi aspetto che possa succedere lo stesso al pubblico quando vedrà il film e ascolterà di nuovo Mufasa'.
C'è ovviamente un però:"Il timbro di voce è cambiato. E questo funziona bene perché suona come quella di un re che governa da molto tempo".
La voce di James Earl Jones sembra sia migliorata ulteriormente con l'età e il suo Mufasa sarà ancora più potente, saggio e maestoso.
Il film non è animato, e non dev'essere considerato tale, come ha ribadito lo stesso Favreau dopo alcune polemiche scaturite nelle ultime settimane.
Il re leone potrebbe disintegrare il record al box-office nel mese di luglio.

Quanto è interessante?
2