Il Re Leone, Jon Favreau era intimidito dalla voce di James Earl Jones

Il Re Leone, Jon Favreau era intimidito dalla voce di James Earl Jones
di

Anche un regista dalla lunga esperienza può capitare di essere intimorito dal carisma di un attore. Jon Favreau ne sa qualcosa: il regista de Il Re Leone ha infatti parlato delle impressioni provate nel dirigere James Earl Jones, storico doppiatore di Mufasa che ha ripreso il suo ruolo in questo remake.

"Sì, è stato un po' intimidatorio, perché quando senti la sua voce... Lui era a New York ed io a Los Angeles, e quando senti la sua voce al telefono è davvero difficile essere 'il regista'. Perché quando lui è al telefono e ti dice 'Hai qualche indicazione da darmi per il ruolo di Mufasa?' Davvero non sai cosa dire! Io ero tipo 'Ogni cosa che ho in mente riguardo a Mufasa è basata su di te!' Così sai, provi ad essere di supporto, d'aiuto, ma tutto ciò che ho potuto fare è stato trattenere le lacrime quando l'ho sentito recitare la sua parte! Soprattutto perché i dialoghi sono molto simili, se non identici, alla versione originale. Quel personaggio e i dialoghi di quel personaggio sono stati mantenuti estremamente bene. Così, questo è stato uno degli aspetti che non ho voluto cambiare, perché sentivo che praticamente tutto ciò che pronunciava era memorabile" ha raccontato visibilmente emozionato il regista.

Il Re Leone debutterà nelle sale cinematografiche il prossimo 17 luglio: negli ultimi poster rilasciati possiamo vedere Simba, Timon, Pumbaa e l'iconica scena della Rupe dei Re. In uno degli ultimi trailer abbiamo invece potuto ascoltare il duetto tra Beyonce e Donald Glover.

Quanto è interessante?
4