Rambo in realtà è morto? La folle teoria sulla saga con Sylvester Stallone

Rambo in realtà è morto? La folle teoria sulla saga con Sylvester Stallone
di

Di tutti i revival e sequel non necessari ripescati a distanza di anni, Rambo: Last Blood era sicuramente uno dei più evitabili. Ma nonostante il film potesse aprire a ulteriori capitoli, secondo una nuova teoria (anche molto plausibile) il personaggio di Sylvester Stallone in realtà è morto. E la saga potrebbe essere chiusa definitivamente.

Assieme a Rocky – su cui Sylvester Stallone ha ripescato inediti dietro le quinte dell’incontro con Apollo Creed in Rocky – Rambo costituisce senz’altro la saga e il personaggio più noto interpretato nel corso della sua carriera dall’attore e regista. Di fronte a saghe tanto fortunate e così facilmente replicabili anche a distanza di anni, la tentazione di veder moltiplicati i sequel uno dopo l’altro è sicuramente dietro l’angolo. Per quanto riguarda il primo, il nuovo volto protagonista di Michael B. Jordan in Creed sembra aver funzionato. Ma per quanto riguarda, invece, lo storico veterano del Vietnam, le cose non sono state altrettanto rosee.

Dopo un primo revival nel lontano 2008 con Rambo IV, accolto molto positivamente dalla critica nonostante (o forse proprio per) le grandi quantità di sangue e violenza all’interno della pellicola, iniziarono a girare voci su un secondo ripescaggio. Alla fine passarono 11 anni e il quinto – e attualmente ultimo – capitolo di Rambo arrivò nelle sale nel 2019. Trovate qui la nostra recensione di Rambo Last Blood dell’epoca. Se non l’avete ancora visto e pensate di volerlo recuperare, non proseguite la lettura, perché seguono spoiler in merito a una nuova teoria che sembra aver rapito i fan.

Per una volta, in realtà, si tratta di una teoria molto plausibile e molti potrebbero averla dedotta in autonomia, a suo tempo, come una delle due interpretazioni possibili. Dopo aver sconfitto il cartello del narcotraffico che funge da principale nemesi nel quinto capitolo, Rambo si siede ormai stanco e gravemente ferito sotto il suo portico. Salvo poi, poco dopo, salire in groppa a un cavallo e allontanarsi in direzione sull’orizzonte. Ancora qualche secondo e si assiste al momento più toccante di tutto il film: i titoli di coda, finalmente, ma assieme a essi una rassegna di scene da tutti i precedenti film.

Ora, considerando il valore di questa scena e il titolo stesso del film, la teoria vuole che Rambo muoia in realtà sotto quel portico, solo immaginando di sfuggire finalmente alla vendetta e allontanarsi per sempre verso l’orizzonte. È morto e sta sognando. Teoria alimentata anche dalle parole (ambihue) di Stallone, pronunciate all’epoca: “Ho solo pensato che sarebbe stato divertente insinuare come se fosse scappato. Ho immaginato la scena letteralmente come se fosse nella sua mente, perché non sapevo come sarebbe stato accolta, davvero". Voi la ritenete una teoria plausibile? E avete visto l’ultimo Rambo? Diteci cosa ne pensate nella box commenti!

Quanto è interessante?
3