Ralph Fiennes contro i trigger warning nei film: 'Il cinema deve essere disturbante!'

Ralph Fiennes contro i trigger warning nei film: 'Il cinema deve essere disturbante!'
di

Ralph Fiennes ha di recente compiuto 61 anni, e l’attore si è scagliato contro l’utilizzo del “trigger warning” prima della proiezione o rappresentazione di un’opera.

Il “trigger warning”, per chi non lo sapesse, è un avviso che di solito viene inserito prima dell’inizio del film o di uno spettacolo teatrale per avvisare lo spettatore della presenza di contenuti che possano in qualche modo turbare la sua sensibilità. L’attore di The Menu e storico interprete di Lord Voldemort nella saga cinematografica di Harry Potter si è dichiarato contrario a questi avvisi. Queste le parole di Ralph Fiennes:

“Penso che una volta non ci fossero le avvertenze per i rischi. Voglio dire, ci sono scene molto inquietanti nel Macbeth, omicidi terribili e altre cose. Ma penso che l'impatto del teatro dovrebbe essere quello di scioccarti e di turbarti. Non credo che si debba essere preparati a queste cose, e quando ero giovane non c'erano mai avvisi di pericolo per gli spettacoli. Le opere di Shakespeare sono piene di omicidi, piene di orrore. Come giovane studente e amante del teatro, non ho mai avuto avvisi di pericolo che mi dicessero: "A proposito, in King Lear, a Gloucester verranno strappati gli occhi". È lo shock, l'inaspettato, che rende l'attore e il teatro così eccitanti".

Di recente Ralph Fiennes ha presentato il suo nuovo film “The Beacon”. La pellicola verrà realizzata nel 2024. L’attore sarà regista e sceneggiatore.