Rachel Weisz, un'idea scartata lega il suo personaggio ne La Mummia al re Tutankhamon

Rachel Weisz, un'idea scartata lega il suo personaggio ne La Mummia al re Tutankhamon
di

Stasera torna in tv La Mummia, celebre film d'avventura del 1999 diretto da Stephen Sommers con protagonisti Brendan Fraser e Rachel Weisz: proprio sulla futura premio Oscar si concentra il nostro articolo di oggi, nel quale vi racconteremo un curioso retroscena legato a Tutankhamon.

Quando la tomba del celebre re Tutankhamon fu scoperta il 4 novembre 1922, a guidare la spedizione c'era l'archeologo ed egittologo britannico Howard Carter, che a sua volta era impiegato e finanziato da George Herbert, quinto conte di Carnarvon. La figlia di Carnarvon, Lady Evelyn Herbert, accompagnò Carter in Egitto per vedere la scoperta con i suoi occhi: per questo il personaggio di Rachel Weisz venne chiamato Evelyn, e anche se il suo cognome fu successivamente modificato in Carnahan in origine era stato scelto proprio Carnarvon, in onore della figlia del conte.

Addirittura l'idea di partenza del film vedeva Everlyn e suo fratello Jonathan (interpretato da John Hannah) interpretare proprio i figli di Lord Carnarvon, famoso per essere uno delle numerose vittime della 'maledizione di Tutankhamon'. L'unico elemento rimasto nel film di queste idee preliminari risiede in una battuta in cui Evelyn svela al protagonista Rick O'Connell che suo padre era un "esploratore molto, molto famoso".

Per altri approfondimenti scoprite perché Rachel Weisz non tornò ne La Mummia 3; inoltre, sapevate che sul set del recente reboot de La Mummia Tom Cruise ammise che nessuno può correre insieme a lui nei suoi film?

Quanto è interessante?
0