Tarantino sta scrivendo un romanzo sul Cinema anni '50 e la Seconda Guerra Mondiale

Tarantino sta scrivendo un romanzo sul Cinema anni '50 e la Seconda Guerra Mondiale
di

È quasi certo, ormai, che il decimo e ancora misterioso film di Quentin Tarantino sarà anche il suo ultimo come regista, almeno stando alla mole di interviste rilasciate dal cineasta durante la promozione del suo ultimo e splendido C'era una volta a Hollywood, ma il futuro dell'autore ha in serbo anche un romanzo per lui.

In una conversazione appassionata e ad ampio raggio con il collega Martin Scorsese, infatti, Quentin Tarantino si è lasciato andare a una confessione/rivelazione a cuore aperto su uno dei suoi prossimo progetti in cantiere, cioè un romanzo ambientato negli anni '50 e dedicato a un veterano della Seconda Guerra Mondiale e del suo rapporto con il cinema di Hollywood e quello internazionale, prima e dopo il conflitto.

Ha spiegato l'autore: "Ho questo personaggio che ha servito durante la Seconda Guerra Mondiale e ha assistito a enormi spargimenti di sangue, sul campo di battaglia. Tornato a casa, negli anni '50, non recepisce o vive più i film come vorrebbe. Li trova poco maturi rispetto a quello che ha vissuto. Per quanto gli riguarda, i film di Hollywood sono solo film, ma improvvisamente comincia a sentir parlare di questi titoli stranieri di Kurosawa e Fellini e pensa 'beh, forse potrebbero avere più cose da dire del cinema americano'".

Per scrivere questo libro, Tarantino rivela di aver revisionato attraverso gli occhi di questo personaggio molta produzione cinematografica post-bellica, guardando anche per la prima volta molti film dell'epoca: "Con lui mi diverto a riguardarli e a riflettere sul modo in cui li fruisco. Mi piace sempre avere una buona scusa per buttarmi a capofitto nel cinema".

Tarantino ha anche parlato del suo decimo e ultimo film, che stando alle sue dichiarazioni "potrebbe essere un horror, il tanto chiacchierato Star Trek o Kill Bill Vol. 3". Tarantino non ha dato nessuna indicazione temporale per l'uscita del romanzo, ma in precedenza aveva rivelato che si sarebbe dedicato alla scrittura di libri e di opere teatrali una volta terminata la sua carriera da regista.

Il che significa che potrebbe prima uscire il decimo film e poi il romanzo. Ad ogni modo: una notizia che ci trova particolarmente felici.

FONTE: IndieWire
Quanto è interessante?
5