Ecco perché Quentin Tarantino non è mai stato nominato ai Writers Guild Awards

Ecco perché Quentin Tarantino non è mai stato nominato ai Writers Guild Awards
di

Tra i tantissimi premi collezionati da Quentin Tarantino nel corso della sua folgorante carriera, qualcuno fra voi potrebbe aver notato l'assenza del Writers Guild Awards, il prestigioso riconoscimento assegnato dalla Writers Guild of America.

Anzi, guardando bene nella bacheca del regista, si noterà che al fianco dei Golden Globes, degli Oscar, della Palma d'Oro, dei BAFTA e chi più ne ha più ne metta, per i WGA non c'è neppure una postilla relativa alle nomination. Esatto: Quentin Tarantino non è mai stato nominato ai WGA Awards, uno dei premi più importanti per gli sceneggiatori e che segna il cammino di una sceneggiatura lungo la stagione dei premi e verso la Notte degli Oscar.

Il motivo è molto semplice, ma radicato nel passato.

Agli albori della sua carriera, infatti, Tarantino firmò la sceneggiatura di Natural Born Killers, film che sarebbe stato diretto da Oliver Stone. Il regista cambiò molte cose del copione originale, e il giovane sceneggiatore emergente rimase di stucco quando la WGA gli concesse soltanto un credito come autore del soggetto del film, negandogli quello dell'intero copione.

A quel punto Tarantino rifiutò di unirsi alla gilda e quindi oggi, dopo tanto tempo, la sceneggiatura di C'Era Una Volta a Hollywood - così come tutte quelle dei suoi film precedenti - non è tra le 64 sceneggiature originali e le 44 non originali che i membri della WGA hanno iniziato a ricevere questa settimana, così da visionarle e diramare le nomination ufficiali.

La cosa comunque non dovrebbe ostacolare le chance di Tarantino di ottenere una nomination all'Oscar per la migliore sceneggiatura di Once Upon a Time (ed eventualmente vincere), dato che finora, con tre nomination e due vittorie per Pulp Fiction e Django Unchained agli Academy Awards senza l'appoggio della WGA, il regista se l'è cavata egregiamente nel riempire il suo palmares.

Questo perché Tarantino si è unito alla DGA, la gilda dei registi, che è molto più flessibile della WGA: i secondi infatti sono categorici sul fatto che gli script debbano essere prodotti in base ad un contratto della Writers' Gilde, solo così i loro autori possono ottenere un credito in sceneggiatura. Ad esempio un film d'animazione può essere nominato agli Oscar per la miglior sceneggiatura, come accadde a Toy Story 3 e Inside Out, e la WGA non ha giurisdizione sulla maggior parte dei film d'animazione.

In definitiva, non aspettatevi di trovare C'Era Una Volta a Hollywood nelle nomination dei WGA, che saranno annunciate il 6 gennaio 2020. Tra gli altri film che non saranno eleggibili citiamo How to Train Your Dragon: Hidden World, Klaus, Toy Story 4, Frozen II", The Farewell, Midsommar,Dolor y Gloria, Judy e Cats.

L'assenza di Tarantino dovrebbe aprire la strada alla vittoria di Parasite di Bong Joon Ho, che invece sarà eleggibile.

Per altri approfondimenti recuperate il nostro saggio sulle migliori scene di C'Era Una Volta ad Hollywood e gli speciali Everycult su Pulp Fiction e Bastardi Senza Gloria.

Quanto è interessante?
5