Ecco perché Jasmine è così diversa dal film originale nel remake live-action di Aladdin

Ecco perché Jasmine è così diversa dal film originale nel remake live-action di Aladdin
di

Dopo aver confermato la possibilità di un sequel di Aladdin, che però racconterà una storia del tutto originale e non un secondo adattamento, il produttore Dan Lin ha analizzato un aspetto del film di Guy Ritchie, Jasmine.

Il personaggio, interpretato da Naomi Scott, secondo Lin ha davvero beneficiato del remake perché nel film d'animazione originale c'erano alcuni aspetti relativi alla rappresentazione della principessa un po' sorpassati al giorno d'oggi.

Nonostante sia ancora un grande fan del film originale, il produttore ha ammesso che quella Jasmine è molto indietro rispetto agli standard di un'eroina moderna:

"Penso ai passi da gigante compiuti dal Women's Movement, e mentre stavamo realizzando il film ci siamo subito resi conto che il personaggio di Jasmine nell'opera originale era molto più una classica principessa Disney e per la maggior parte del tempo veniva utilizzata solo per l'aspetto romantico della trama. Abbiamo pensato di aver fra le mani la possibilità di creare un nuovo modello di ispirazione per le ragazze di oggi con la nostra versione di Jasmine, molto più punto di riferimento per il suo popolo, molto più leader. Qualcuno che vuole difendere se stessa e i propri ideali e avere una voce in grado di essere udita. Questa è stata una parte importante della nostra proposta per Aladdin, uno dei nostri obiettivi principali era migliore il suo personaggio."

Voi cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti.

FONTE: CB
Quanto è interessante?
5