Per Mike Leigh, Netflix e Amazon stanno "uccidendo la creatività del cinema"

Per Mike Leigh, Netflix e Amazon stanno 'uccidendo la creatività del cinema'
di

Nel corso di una recente intervista promozionale per il suo nuovo film, Peterloo, lo storico regista Mike Leigh ha duramente criticato il modello di produzione delle compagnie di streaming on demand, come Netflix e Amazon.

Queste le parole dell'autore settantacinquenne:

"Ai nuovi servizi di streaming piace dire che non funzionano come la vecchia Hollywood. Ma in realtà, quando suggeriscono ad un nuovo regista di lavorare con una troupe in particolare, o chiedendogli di assumere un determinato direttore della fotografia, o spingendo affinché il film abbia un particolare finale rispetto a quello pensato originariamente, allora ecco che si stanno comportando in modo molto simile ai produttori della prima Hollywood."

Il regista ha ammesso di non avere le idee chiare sull'argomento, perché presenta sia tanti pro che tanti contro.

"Non sto parlando della mia esperienza con Amazon, che ha sostenuto Peterloo e che si è comportato in modo impeccabile: il problema esiste più per i registi più giovani, che subiscono le decisioni dei produttori. La questione è complicata, perché da che ne ho memoria è quasi sempre stato impossibile fare un film in questo paese [UK] senza che ci fossero complicazioni o discussioni sul budget, ma questo aspetto adesso è cambiato. Credo ci siano dei forti preconcetti su cosa dovrebbe o non dovrebbe essere fatto e cosa è commerciale o meno."

In Peterloo, Leigh ritrae uno degli episodi più sanguinosi della storia britannica, il famigerato massacro di Peterloo del 1819: l'evento passò alla storia perché vide la cavalleria inglese, sostenuta dal governo, caricare su una folla pacifica di oltre 60.000 manifestanti riunitisi a Manchester per chiedere una riforma democratica e protestare contro il dilagare della povertà.

Durante l'assalto molti manifestanti rimasero uccisi e ci furono centinaia di feriti: a quel punto si scatenò una protesta nazionale ma anche un'ulteriore repressione del governo. Il massacro fu un momento decisivo per la democrazia britannica, ed ebbe anche un ruolo significativo nella fondazione del quotidiano The Guardian.

Scritto e diretto da Leigh, il film vede la partecipazione di Rory Kinnear, Maxine Peake, Neil Bell, Philip Jackson, Vincent Franklin, Karl Johnson e Tim McInnerny. Peterloo è stato prodotto da Georgina Lowe ed è stato selezionato per partecipare in concorso al prossimo Festival di Venezia.

Continuano le tensioni fra i registi e lo streaming: voi da che parte state?

Nelle scorse ore, Jeffrey Katzenberg ha negato le voci secondo le quali Steven Spielberg "odierebbe" Netflix. Il produttore ha detto:

"Ho parlato con Steven di questo giusto ieri, gli ho chiesto in modo molto specifico - non ho più peli sulla lingua, ormai - gli ho chiesto se odiasse Netflix. E lui ha risposto, 'Guarda Jeffrey, io non ho assolutamente detto questo.' E quando mi ha risposto in quel modo ho realizzato che in realtà lui non ha detto praticamente nulla. Quello che è successo è stato che un giornalista ha detto che lui ha detto, okay? Un giornalista che aveva sentito una voce su Steven che la pensava in un certo modo sul conto di Netflix: al che quel giornalista ha chiamato un portavoce per avere un qualche commento ufficiale, che però è stato leggermente distorto. Uno, Steven non ha detto nulla di quanto riportato e soprattutto due, non si presenterà all'assemblea dell'Academy ad aprile con una specie di piano diabolico anti-Netflix."

Quanto è interessante?
2