Per Armie Hammer il sequel di Chiamami col tuo nome non arriverà presto

Per Armie Hammer il sequel di Chiamami col tuo nome non arriverà presto
di

Torna a far parlare di sé una delle pellicole più apprezzate dello scorso anno e, nello specifico, gli ultimi aggiornamenti hanno a che fare con lo sviluppo del sequel. A tal proposito è intervenuto l’interprete dell’americano Oliver, Armie Hammer, il quale, pur essendo certo della realizzazione del secondo capitolo, ritiene serva ancora tempo.

Durante l’ultima edizione dello SCAD Savannah Film Festival l’attore non si è tirato indietro alle domande rivoltegli sullo stato dei lavori del sequel di Chiamami col tuo nome:

Luca [Guadagnino] mi ha spiegato il film: da che punto comincia, come si sviluppa, in che modo finisce, tutti i personaggi e tutto ciò che dovrebbe succedere. Dal punto di vista cronologico non si snoda subito dopo il primo. C’è un divario temporale. Luca vuole perciò aspettare che invecchiamo un po’ di più in modo da dare un senso a questo salto, una sorta di metodo Linklater”.

Stando agli ultimi report del mese di ottobre il regista italiano sarebbe interessato a proseguire la collaborazione artistica con l’attrice Dakota Johnson con la quale ha già lavorato in produzioni come A Bigger Splash o nell’imminente remake horror di Suspiria. Guadagnino vorrebbe l’interprete nel ruolo della moglie del personaggio di Oliver, magari all’interno di una famiglia con cinque figli. Sul punto, tuttavia, Hammer ha negato di sapere dell’eventuale ingresso nel cast di Dakota, pertanto bisognerà attendere prossimi aggiornamenti ufficiali per saperne di più sull’esito di questa possibilità.

Il sequel di Chiamami col tuo nome potrebbe prendere spunto nelle sue fase iniziali dalle ultime pagine elaborate dall’autore del romanzo a cui è ispirato il lungometraggio, André Aciman. L’ambientazione dovrebbe aggirarsi intorno al 1989, anno di fondamentale importanza per il vecchio continente per via della caduta del muro di Berlino.

Con un budget di 3.5 milioni di dollari, Chiamami col tuo nome ha incassato in tutto il mondo quasi 42 milioni. La pellicola, girata in larga parte nella città di Crema, ha ottenuto quattro nomination agli Oscar 2018, trionfando nella categoria Miglior sceneggiatura non originale.

L’ultimo lavoro del filmmaker palermitano, Suspiria, arriverà nelle sale cinematografiche italiane a partire dal prossimo 1° gennaio 2019.

FONTE: Vulture
Quanto è interessante?
2