Paul Thomas Anderson su Il Petroliere: "Il film del secolo? Io non lo dico, ma perché no"

Paul Thomas Anderson su Il Petroliere: 'Il film del secolo? Io non lo dico, ma perché no'
di

Nel corso di una recente intervista, il regista Paul Thomas Anderson è tornato a parlare de Il Petroliere, quello che non solo è considerato da molti il suo film migliore, ma che è stato anche eletto come il migliore del XXI secolo.

Il regista però preferisce la modestia, dichiarando che gran parte del merito va riconosciuto a Daniel Day-Lewis.

"Miglior film del secolo?" ha detto Anderson. "Chi sono io per discutere? Lo accetto. Ma, naturalmente, potrei snocciolare una lunga lista di grandi film usciti in questo secolo ... non è difficile da fare. Suppongo che se fosse stato eletto il secondo miglior film del secolo, la mia prima domanda sarebbe stata: 'Qual è il numero uno?' È molto probabile che entro la fine di quest'anno però potrebbe scivolare completamente fuori dalla lista. Non lo vedo da diversi anni, ma l'ultima volta che l'ho visto sono rimasto molto orgoglioso e soddisfatto. Lo rividi dopo essermi praticamente scordato ciò che succedeva, ed è stata un'esperienza meravigliosa. Dopo aver fatto un film, è molto difficile tornare a quel senso di scoperta. Ma tutto sembra davvero adattarsi a questo proposito - la musica, il paesaggio e la storia, tutti i temi affrontati, in particolare quello del padre e del figlio - lavorano tutti all'unisono. È anche molto robusto, il che mi piace. Ma sono convinto, come penso molti altri, che ciò che lo rende davvero fantastico è Daniel Day-Lewis."

Anderson ha continuato a lodare la performance dell'attore, che valse a Day-Lewis il suo allora secondo Oscar come protagonista.

"Tutto ciò che Daniel fa in quel film mi fa sorridere con piacere e gioia. La sua inventiva, la sua diabolicità, la gioia che ha nel creare un ritratto così maniacale di un uomo. Ha un'ottima chimica con Paul Dano."

Infine, ha parlato di quanto il film sia, purtroppo, ancora incredibilmente attuale.

"Sfortunatamente, questa storia potrebbe non passare di moda nel prossimo futuro. Sarebbe bello un giorno vederlo come un film di fantascienza. O come resoconto di quanto siamo stati davvero dei folli in passato."

Per altri approfondimenti vi rimandiamo alla nostra recensione de Il Petroliere e ad una recente chiacchierata fra Paul Thomas Anderson e Quentin Tarantino: i due hanno parlato di C'Era Una Volta a Hollywood, un film che Anderson ha amato alla follia. Sarà alla nuova opera di Tarantino che il regista ha pensato parlando dei nuovi film che scalzeranno Il Petroliere dalla classifica della critica?

Quanto è interessante?
4