Paul Schrader su Kevin Spacey: "Vorrei lavorare con lui: non esiste crimine nell'arte"

Paul Schrader su Kevin Spacey: 'Vorrei lavorare con lui: non esiste crimine nell'arte'
INFORMAZIONI FILM
di

Con il suo ottimo First Reformed, quest'anno Paul Schrader dovrebbe avere ottime possibilità di ricevere un nomination agli Oscar, sia come sceneggiatore che regista, ma a quanto pare il diretto interessato potrebbe essersi tagliato da solo fuori dai giochi per un commento (onesto) sul caso Kevin Spacey.

Il regista ha infatti condiviso via Facebook un post che difendeva sul piano artistico Kevin Spacey, attore ormai scomparso dalle scene dopo le molte accuse di molestie sessuali mosse contro di lui, licenziato da House of Cards e sostituito anche in Tutti i soldi del mondo di Ridley Scott lo scorso anno. Ebbene, Schrader è intervenuto in difesa dello Spacey attore, scrivendo:

"Ieri ho ricevuto uno script. Uno script davvero davvero buono che urlava Kevin Spacey come protagonista principale. Allora ho detto al produttore che lo avrei diretto soltanto se ci fosse stato Kevin Spacey come protagonista. Il produttore mi ha risposto che non era possibile. Credo ci siano dei crimini nella vita ma non nell'arte. Spacey dovrebbe essere punito per qualsiasi crimine abbia commesso come persona. Ma non come artista. Tutta l'arte è un crimine. Punirlo come artista diminuisce soltanto il senso dell'arte. Mettiamo allora Celine in prigione, così come Pound, Wilde e Bruce, se proprio dobbiamo, ma non censuriamo la loro arte".

Dopo innumerevoli commenti negativi al post e molte critiche, Paul Schrader ha deciso di rimuoverlo, ma qualcuno è riuscito a fare prontamente lo screen.

Quanto è interessante?
4

Gli ultimi Film in uscita in Homevideo BluRay e DVD li trovi in offerta su Amazon.it.