Nonostante tutto, Paul Feig spera di riuscire a girare un sequel del suo Ghostbusters

Nonostante tutto, Paul Feig spera di riuscire a girare un sequel del suo Ghostbusters
di

In america è adesso conosciuto come Ghostbusters: Answer the Call, per distinguerlo anche dal primo film della serie originale e dal prossimo Ghostbusters 3, ma la rielaborazione al femminile del franchise diretta dal regista Paul Feig resta tutt'ora un capitolo deludente e dimenticabile della saga.

Non solo si è rivelato un flop ai botteghini mondiali, ma il film con protagoniste Melissa McCarthy e Kristen Wiig ha anche deluso i fan e la critica, rivelandosi un prodotto estremamente commediato e con poca grinta, sufficiente a passare un'ora e mezza in allegria, tutt'altra storia a imprimersi nella memoria collettiva come i mitici predecessori. C'è anche da dire che è stato attaccato più aspramente del dovuto da una serie di troll viziosi e misogini, che sono riusciti in parte nel loro obiettivo.

Nonostante sia in fase di produzione il nuovo Ghostbusters diretto da Jason Reitman, Paul Feig continua comunque a sperare di avere l'occasione di poter girare un sequel di Answer the Call, anche perché il suo film è ambientato in una sorta di universo parallelo a quello della saga principale, quindi decisamente fattibile, se solo ci fosse la volontà dello studio.

A voi piacerebbe vedere un sequel del Ghostbusters del 2016? Fateci sapere la vostra nei commenti.

Quanto è interessante?
5