Parte della storia di John Wick 3 potrebbe essere ambientata in Giappone

di

È apparso subito chiaro fin dalle prime notizie trapelate in rete che il terzo capitolo su John Wick avrebbe assunto un respiro ancora più internazionale delle precedenti avventure. Le riprese del terzo lungometraggio diretto da Chad Stahelski, già regista dei primi due film, partiranno dal prossimo mese.

L’action movie del 2014 con Keanu Reeves, l’indimenticabile interprete di Neo nella trilogia di Matrix, è stato pensato come un prodotto di budget “modesto”, ma al box-office mondiale 88.7 sono stati i milioni di dollari incassati, una cifra che ha decretato il successo dell’investimento e della scelta di dare avvio ad un franchise.

Nel corso del terzo capitolo della saga l’attore giapponese Hiroyuki Sanada (Wolverine – L’immortale) vestirà i panni del misterioso antagonista del film. Tuttavia Sanada non sembrerebbe essere l’unico interprete nipponico che vedremo nella storia e lo stesso Giappone potrebbe essere una delle numerose location scelte dalla produzione visitate dal leggendario assassino John Wick. Questa teoria è stata supportata dal report di Omega Underground secondo cui gli addetti al processo di casting starebbero vagliando diversi interpreti nipponici.

I set da tenere in considerazione di Alpha Cop, questo il working title scelto per John Wick: Capitolo 3, sono la città canadese di Montréal, Gerusalemme e delle città non meglio precisate in Giappone, Spagna e Russia.

In passato il filmmaker ha rivelato che questa nuova pellicola avrebbe esplorato le origini della storia di John e a partire da queste affermazioni si sono sviluppate teorie che vorrebbero un passato del protagonista intrecciato alla mafia giapponese della Yakuza.

Con un incasso totale di 260 milioni di dollari provenienti dai due precedenti lungometraggi, John Wick: Capitolo 3 si accinge ad alzare la posta in gioco con la promessa di mantenere lo stesso livello qualitativo del genere d’azione, senza rinunciare tuttavia ad un coerente sviluppo dell’arco narrativo che terrà incollato lo spettatore durante l’intera visione del film. Diretto da Chad Stahelski e sceneggiato da Derek Kolstad, per una scenografia che vede il ritorno di Kevin Kavanaugh, il film uscirà nelle sale cinematografiche statunitensi il 17 maggio 2019.

FONTE: ScreenRant
Quanto è interessante?
4