Un parlamentare conservatore definì Hostel II 'pornografico': 'Ma non l'aveva visto!'

Un parlamentare conservatore definì Hostel II 'pornografico': 'Ma non l'aveva visto!'
di

Eli Roth ha presentato il suo nuovo film, Thanksgiving, riportando le atmosfere gore cui da sempre ci ha abituato e a causa delle quali deve confrontarsi con gli organismi di regolamentazione. A tal proposito, in un’ intervista, il regista ha parlato del trattamento riservato a Hostel II, e in della dichiarazione di un parlamentare inglese.

Dopo avervi anticipato la trama di Thanksgiving, torniamo a parlare del discusso e controverso autore del film, Eli Roth, per riportare le sue dichiarazioni rispetto al difficile rapporto che lo lega agli organismi di regolamentazione e che ne ha, in qualche modo, influenzato la carriera, pur senza riuscire a smuoverlo di un passo dalla sua idea di cinema.

Tornando ai tempi di Hostel II, il filmmaker ha ricordato l’avversione mostrata da parte di molti regolamentatori in tutto il mondo e, in particolare ha voluto sottolineare le parole di un parlamentare conservatore inglese: “Charles Walker disse che voleva vietare tutto il materiale relativo a Hostel II, anche se non aveva visto il film! Ma gli avevano assicurato che si trattasse di ’90 minuti di violenza pornografica’. Onestamente, quella era la più grande citazione da inserire in un trailer che potessi mai ottenere per quel film”.

Roth ha continuato, nonostante le critiche e l’ostracismo, a portare sullo schermo la sua idea di cinema, avendo quasi la forza, come dimostrato da questa dichiarazione, di sfruttare quanto detto o pensato rispetto ai suoi film per costruire intorno a sé l’idea di un regista che viene subito alla mente quando si parli di splatter contemporaneo, riuscendo, allo stesso tempo, a non rinunciare a un po’ di autorialità.

A proposito delle opere di Eli Roth e del suo modo di fare cinema, vi lasciamo alla recensione di Thanksgiving.