Netflix

Paolo Sorrentino, a Napoli troppi assembramenti per i provini del film Netflix su Maradona

Paolo Sorrentino, a Napoli troppi assembramenti per i provini del film Netflix su Maradona
di

Sorrentino e Netflix sono due nomi di un certo calibro, ma se poi ci aggiungiamo la leggenda di Maradona come tema centrale di È Stata La Mano Di Dio allora diventa davvero qualcosa di unico. Per questo moltissimi attori napoletani hanno provato a partecipare al casting, creando qualche problema organizzativo.

Come sottolinea Repubblica, le riprese del film dovrebbero iniziare tra un paio di settimane e per questo si sono svolti i provini preso Palazzo Fondi a Napoli, alla ricerca di comparse da inserire in scena. Se nelle prime ore del mattino il numero dei partecipanti assiepati fuori dal locale poteva considerarsi accettabile, con il trascorrere del tempo moltissimi attori, aspiranti attori e curiosi (dai 18 ai 70 anni) si sono presentati al portone.

"Il casting è chiuso. È pericoloso stare qui assembrati in così tanti. La vostra partecipazione è andata oltre le nostre aspettative. Non è stato rispettato l’ordine pubblico e siamo costretti a fermarci", ha dichiarato l'assistente alla produzione verso l'ora di pranzo.

L'operazione si è quindi conclusa con oltre tre ore di anticipo, visto che non era più possibile garantire il distanziamento necessario a prevenire il contagio. Più della metà di 1500 attori, la maggior parte dotati di mascherine, è dovuta ritornare a casa prima del previsto. Poco prima l'addetto aveva comunque ricordato che l'ingresso al provino era consentito solo a chi rispettava determinati canoni estetici: niente tatuaggi, doppio taglio, capelli rasati né unghie ricostruite con il gel.

Un intoppo che verrà sicuramente risolto nei prossimi giorni con più calma. Il vero problema sembra invece essere la disapprovazione di Maradona: l'ex-campione ha infatti minacciato azioni legali per l'utilizzo della sua immagine.

FONTE: repubblica
Quanto è interessante?
1