Era Mio Padre, il direttore della fotografia si commosse per la bellezza di Paul Newman

Era Mio Padre, il direttore della fotografia si commosse per la bellezza di Paul Newman
INFORMAZIONI FILM
di

Poche icone della bellezza maschile nel mondo del cinema possono aspirare a reggere il confronto con Paul Newman: la star de Il Colore dei Soldi fece del suo fascino un vero e proprio marchio di fabbrica, riuscendo a non perderne un'oncia neanche in età piuttosto avanzata, come all'epoca di Era Mio Padre.

Newman aveva ormai ben 78 anni quando prese parte al film di Sam Mendes, che segnò infatti la sua ultima apparizione sul grande schermo (l'attore sarebbe poi deceduto tre anni dopo, nel 2008, a causa di un cancro ai polmoni): anche allora, però, riuscì addirittura a far commuovere il direttore della fotografia con la sua incredibile bellezza.

Conrad L. Hall, dieci volte candidato (e tre volte vincitore, di cui l'ultima proprio per Era Mio padre) all'Oscar per la Miglior fotografia, scoppiò infatti in lacrime durante una giornata sul set dopo aver inquadrato Newman con il suo obbiettivo: "Era così bello. Era così bello" fu l'unica spiegazione che Hall fornì a chi gli chiese se ci fosse qualcosa che non andava.

Anche per Hall, che fu infatti premiato con un Oscar postumo, quello fu l'ultimo lavoro nel mondo del cinema: il direttore della fotografia aveva già collaborato numerose volte con Paul Newman in successi come Nick Mano Fredda. Nel film di Sam Mendes, comunque, ci fu spazio anche per i più giovani: scopriamo, ad esempio, perché Tyler Hoechlin fu costretto a ingozzarsi di torta al punto da non reggerne una sola fetta in più.

FONTE: imdb
Quanto è interessante?
1