Ouija, il progetto torna in piedi

di

Universal e Hasbro tornano sul progetto di un film con 'protagonista' la tavola Ouija (utile se doveste porre delle domande alle anime dei defunti). Persino un gigante come l'azienda con sede a Los Angeles deve fare i conti con la situazione economica attuale, infatti a causa delle preoccupazioni riguardo al bilancio, la pellicola che avrebbe dovuto essere diretta da McG (Charlie's Angels) è stata sospesa e addirittura a rischio cancellazione a fronte di un budget stimato in 100 milioni di dollari.

Ora però è stata recuperata, con un deciso cambio di rotta sotto l'aspetto della cifra stanziata (si parla di 5 milioni) e verosimilmente anche dal punto di vista del target, non più un film per famiglie carico di effetti speciali, ma una produzione a basso costo, rivolta presumibilmente ad un pubblico più maturo, e sicuramente differente. Il progetto è stato riconfigurato e ri-istituito presso Universal, che lo ha previsto in uscita nel corso del 2013. I produttori originali Michael Bay, Brad Fuller e Andrew Form della Platinum Dunes sono ancora a bordo, ma ad essi si è aggiunto in veste di produttore anche Jason Blum della Blumhouse Productions. Questi è l'esperto d'orrore low budget che si cela dietro franchise come Paranormal Activity e l'ultimo film di James Wan, Insidious, capaci di incassi record al botteghino partendo da investimenti contenuti. Al momento la Universal non ha ingaggiato alcuno scrittore o regista ma pare che lo studio seguirà il modello Blum. Sembra comunque improbabile che venga utilizzata in questo caso la tecnica del found-footage. Brian Goldner e Bennett Schneir supervisioneranno per Hasbro.

Quanto è interessante?
0