Oscar 2024, le prime previsioni: trionfo di Oppenheimer ma sconfitta di Cillian Murphy?

Oscar 2024, le prime previsioni: trionfo di Oppenheimer ma sconfitta di Cillian Murphy?
INFORMAZIONI FILM
di

Oppenheimer è il film più nominato agli Oscar 2024 e certamente l'avversario da battere, ma in queste ore Variety ha sorpreso tutti con le sue previsioni ufficiali, secondo le quali Cillian Murphy sarà battuto da Paul Giamatti nella categoria di miglior attore protagonista.

Chiaramente siano ancora all'inizio della stagione dei premi 2024, con i premi delle principali gilde che inizieranno ad essere assegnati nei prossimi giorni e che contribuiranno a fornirci un quadro più specifico dei principali favoriti agli Oscar 2024, ma se da una parte Variety mette in conto un possibile strapotere del film di Nolan, che potrebbe battere il record di otto statuette di The Millionaire diventando il singolo film più vincente dal 2008 ad oggi, dall'altra la rivista prevede anche una sconfitta a sorpresa per Cillian Murphy a favore di Paul Giamatti, risultato che sarebbe doppiamente sorprendente se Oppenheimer dovesse effettivamente vincere tutti i maggiori premi (solitamente il film eletto Best Picture è accompagnato anche dalle statuette agli attori).

Ad ogni modo, ecco quali saranno i vincitori degli Oscar 2024 secondo Variety:

  • Miglior film: “Oppenheimer” (Universal Pictures)
  • Regia: Christopher Nolan, “Oppenheimer” (Universal Pictures)
  • Attore protagonista: Paul Giamatti, “The Holdovers” (Focus Features)
  • Attrice protagonista: Lily Gladstone, “Killers of the Flower Moon” (Apple Original Films)
  • Attore non protagonista: Robert Downey Jr, “Oppenheimer” (Universal Pictures)
  • Attore non protagonista: Da’Vine Joy Randolph, “The Holdovers” (Focus Features)
  • Sceneggiatura originale: “Anatomy of a Fall” (Neon) — Justine Triet, Arthur Harari
  • Sceneggiatore non originale: “Oppenheimer” (Universal Pictures) — Christopher Nolan
  • Film d'animazione: “Spider-Man: Across the Spider-Verse” (Sony Pictures) — Kemp Powers, Justin K. Thompson, Phil Lord, Christopher Miller, Amy Pascal
  • Scenografia: "Poor Things” (Searchlight Pictures) — Shona Heath, James Price, Szusza Mihalek
  • Fotografia: “Oppenheimer” (Universal Pictures) — Hoyte van Hoytema
  • Costumi: “Poor Things” (Searchlight Pictures) — Holly Waddington
  • Montaggio: “Oppenheimer” (Universal Pictures) — Jennifer Lame
  • Trucco e acconciatura: “Maestro” (Netflix) — Kazu Hiro, Kay Georgiou e Lori McCoy-Bell
  • Sonoro: “Oppenheimer” (Universal Pictures) — Willie Burton, Richard King, Gary A. Rizzo e Kevin O’Connell
  • Effetti speciali: “Godzilla: Minus One” (Toho) — Takashi Yamazaki, Kiyoko Shibuya, Masaki Takahashi e Tatsuji Nojima
  • Colonna sonora: “Oppenheimer” (Universal Pictures) — Ludwig Göransson
  • Canzone: “Barbie” – “What Was I Made For?” by Billie Eilish, Finneas O’Connell
  • Documentario: “20 Days in Mariupol” (PBS) — Mstyslav Chernov, Michelle Mizner e Raney Aronson-Rath
  • Film internazionale: “The Zone of Interest” (A24) — UK
  • Cortometraggio animato: “Letter to a Pig” (Miyu Distribution) — Tal Kantor e Amit R. Gicelter
  • Cortometraggio documentario: “The Last Repair Shop” (Searchlight Pictures) — Ben Proudfoot e Kris Bowers
  • Cortometraggio live-action: “The Wonderful Story of Henry Sugar” (Netflix) — Wes Anderson e Steven Rales

Per altre novità dal mondo dell'Academy, scoprite il nuovo Premio Oscar appena annunciato, con una 24esima categoria che entrerà a far parte della premiazione a partire dagli Oscar 2026.