Oscar 2020, Parasite e 1917 riusciranno a vincere Best Picture senza nomination attoriali?

Oscar 2020, Parasite e 1917 riusciranno a vincere Best Picture senza nomination attoriali?
di

Con le rispettive vittorie recenti ai SAG Awards e ai PGA Awards, Parasite e 1917 si ritrovano nella scomoda posizione di poter soltanto perdere agli Oscar 2020, dato che tutti al momento li danno come maggiori favoriti per la statuetta al Miglior Film dell'anno.

Paradossalmente, però, sia il film di Bong Joon-ho e quello di Sam Mendes si portano appresso una grande zavorra fin dall'annuncio delle nomination ufficiali, vale a dire la totale assenza di attori candidati nelle rispettive categorie. Ci sarebbe anche Ford v Ferrari di James Mangold, ma è quello che in assoluto ha meno chance di vittoria quindi lo trascureremo in questa analisi, a maggior ragione perché il regista non è arrivato nella cinquina dei Best Director, e nella storia dell'Academy soltanto cinque film hanno vinto la statuetta principale senza avere almeno una candidatura in quella per la regia.

Dal canto suo, comunque, Parasite sembra leggermente sfavorito rispetto a 1917 dato che, sebbene sia diventato solo il decimo film in lingua straniera ad avere ottenuto una nomination sia per il regista che per il film, nessun film straniero ha mai vinto il primo premio, e il recente esempio di Roma - che ha vinto miglior regia e miglior fotografia ad Alfonso Cuarón - non promette nulla di buono. Il fatto è che se gli elettori possono scegliere di premiare Bong Joon-ho con la statuetta al miglior film internazionale, difficilmente gli concederanno il bis, o addirittura il tris.

Ma non ricevere candidature in nessuna delle quattro categorie di recitazione è una grossa bandiera rossa per tutti i contendenti. Solo 11 film hanno vinto il miglior film senza che sia stato nominato un singolo attore o attrice - il più recente, The Millionaire, è arrivato 11 anni fa. Tra gli altri ricordiamo il primo miglior film in assoluto, Wings del 1928 (che è anche l'unico film muto ad aver vinto la statuetta), Braveheart del 1995, e ovviamente Il Signore degli Anelli: Il Ritorno del Re del 2003. Dato che gli attori costituiscono ben 1.324 dei 8.469 membri votanti dell'Academy, ottenere i loro voti è importantissimo, specialmente in una corsa all'ultimo voto come sembra essere quella per la 92esima cerimonia degli Academy Awards.

La mancanza per 1917 vale doppio, dato che a) Parasite ha vinto il premio al miglior cast ai SAG Awards (dove il film di Mendes non era neppure nominato) e soprattutto b) l'intero film si basa su un piano sequenza con due attori, davanti alla camera per tutti e i 119 minuti di durata dell'opera.

Sicuramente l'assegnazione dei DGA Awards, la cui cerimonia di premiazione è prevista nei prossimi giorni, ci fornirà ulteriori strumenti per decifrare la prossima Notte degli Oscar, prevista per il 9 febbraio.

Quanto è interessante?
4