Oliver Stone lancia la sua invettiva contro la cancel culture e il caso Via col vento

Oliver Stone lancia la sua invettiva contro la cancel culture e il caso Via col vento
di

In un'intervista radiofonica con il programma The Arts Hour della BBC World Service, il regista Oliver Stone (Platoon, Assassini Nati) ha aperto nel suo solito modo schietto a una serie di problematiche relative a diversi argomenti attuali e scottanti, tra cui cancel culture e il caso Via col vento di HBO Max.

Quando gli è stato chiesto quanti film potenzialmente offensivi dovrebbero sentirsi minacciati oggi proprio dalla cancel culture come successo con il capolavoro di Victor Fleming, temporaneamente rimosso il mese scorso da HBO Max prima di ritornare con un disclaimer informativo, Stone ha dichiarato di non sostenere in alcun modo questo "lavoro di rimozione" delle opere.

"È vero che Via col vento è un trattamento decisamente colorito del Sud, ma è anche un classico, è stato il film della generazione di mia madre. Lei lo ha adorato e ha definito talmente tante persone, questo è innegabile. Oggi è giusto che ci sia un disclaimer o una sorta di spiegazione al pubblico, che dichiari come quello che si sta vedendo sia un quadro decisamente addolcito del Sud. Che non affronta il tema della schiavitù nella sua forma peggiore e più concreta. Tuttavia non dovrebbe assolutamente essere rimosso dalla circolazione. Non è possibile, non credo sia la strada giusta".

A Stone è stato anche chiesto di dare qualche risposta sulle accuse di cattiva condotta sessuale mossegli contro, anche relative a quelli che sono stati definiti dei "provini assolutamente umilianti per le attrici" durante la lavorazione di The Doors. Il regista ha risposto:

"Non ammetterei mai una cattiva condotta sessuale di questo tipo. Sono stato pazzo anche io, non ho intenzione di dire che fosse tutto grandioso e piacevole. No, ho avuto una vita folle ma non ho mai agito in modo violento, manipolatorio o aggressivo. Non ne ho mai avuto la necessità e non ho mai voluto. In questo senso, il comportamento di Harvey Weinstein mi ha davvero scioccato quando è uscita fuori la sua storia".

Vi lasciamo alla recensione di Snowden, ultimo film diretto da Oliver Stone.

FONTE: Indiewire
Quanto è interessante?
3