Non crederete mai a come e dove è stato girato La zona d'interesse

Non crederete mai a come e dove è stato girato La zona d'interesse
di

Tra i nuovi film da vedere al cinema questo week-end in cima alla lista delle priorità c'è sicuramente La zona d'interesse di Jonathan Glazer, nuovo capolavoro dell'autore britannico candidato a 5 Oscar come titolo internazionale.

Una delle curiosità più affascinanti sulla produzione del film riguarda le scelte registe di Jonathan Glazer, a partire da come e dove La zona d'interesse è stato girato: il film, come forse saprete, è basato sull'omonimo romanzo di Martin Amis (che ovviamente tradisce come solo i grandi registi sanno fare, quando portano sullo schermo un libro) racconta la storia di una famiglia tedesca che vive una vita tranquilla in un'elegante villetta con giardino e piscina, villetta che però sorge di fianco al campo di concentramento di Auschwitz durante la Seconda Guerra Mondiale e nel bel mezzo dell'Olocausto.

Glazer ha lavorato al progetto per circa dieci anni (il suo ultimo film risale al 2013, con Under the skin) e opzionò il libro di Amis prima ancora che venisse pubblicato: la sua particolare idea per realizzare il film ha visto la produzione ottenere dei permessi speciali per girare proprio ad Auschwitz, con la villa che si vede nel film ricostruita di fianco al vero campo di concentramento. Inoltre, la stessa villa è stata ricreata dallo scenografo del film Chris Oddy sulla base della vera villa di Rudolf Höss, ovvero il comandante più longevo del campo di concentramento di Auschwitz, sul quale è a sua volta basato il fittizio protagonista del film.

Come se tutto questo non bastasse, poi, il metodo di riprese di Jonathan Glazer è stato a dir poco originale: il regista, insieme al suo direttore della fotografia Łukasz Żal, hanno infatti montato 10 cineprese dentro e intorno alla casa e le hanno lasciare funzionare contemporaneamente, un approccio che Glazer ha soprannominato "Il Grande Fratello nella casa nazista": a quel punto, gli attori sono stati lasciati liberi di improvvisare e sperimentare.

La zona d'interesse è ora al cinema in Italia con I Wonder Pictures.

Questo testo include collegamenti di affiliazione: se effettui un acquisto o un ordine attraverso questi collegamenti, il nostro sito potrebbe ricevere una commissione in linea con la nostra pagina etica. Le tariffe potrebbero variare dopo la pubblicazione dell'articolo.

Iscriviti a Google News Rimani aggiornato seguendoci su Google News! Seguici
Unisciti all'orda: la chat telegramper parlare di videogiochi