Nicolas Cage si sfoga: "Per troppo tempo sono stato emarginato da Hollywood"

Nicolas Cage si sfoga: 'Per troppo tempo sono stato emarginato da Hollywood'
di

Dopo momenti piuttosto cupi, Nicolas Cage forte del successo di Pig e dell'attesa che circonda The Unbearable Weight of Massive Talent, è tornato finalmente a far parlare di se per il cinema. L'attore in una recente intervista si è tolto qualche sassolino dalla scarpa, sottolineando di essere stato emarginato troppo a lungo da Hollywood.

In una lunga chiacchierata con Variety parlando di Michael Sarnoski ha detto: "Io lo chiamo Arcangelo Michele, per troppo tempo sono stato emarginato da Hollywood e solo uno come lui poteva salvarmi. Ho sempre saputo che ci sarebbe voluto un giovane regista per permettermi di ritornare sulle scene. Solo qualcuno così intraprendente avrebbe potuto ricordare alcuni film che avevo fatto e avrebbe potuto creare una sceneggiatura perfetta per permettermi di essere riscoperto".

L'attore ha poi aggiunto: "Per flop intendevo L'apprendista stregone con la Disney, oppure Drive Angry che non è piaciuto. In retrospettiva, ora è un film divertente, giusto? Anche Ghost Rider, il secondo Ghost Rider, è stato il mio ultimo film in studio. Sembrava che non fossi più nel radar dei grandi studios, ma sapevo di poter tornare con qualcosa di meritevole realizzato da un regista indipendente. Che erano e sono tuttora molto più nelle mie corde. E stavo solo aspettando, aspettando i registi giusti… ho sempre creduto di poter fare il mio ritorno in grande stile con questo tipo di persone".

Poi Nicolas Cage ha parlato de Il Padrino, e di come avrebbe voluto far parte di questa serie cinematografica ma, pur implorando suo zio Francis Ford Coppola, non è riuscito ad ottenere nessuna parte nel terzo capitolo. Insomma, la star di Pig sembra essere proprio nella sua seconda età dell'oro.

Quanto è interessante?
3