Netflix

Netflix, è record di cancellazioni dopo le polemiche per l'uscita di Cuties

Netflix, è record di cancellazioni dopo le polemiche per l'uscita di Cuties
di

Non sono bastate le risposte di Netflix e la regista Maïmouna Doucouré a placare gli animi dopo l'uscita di Cuties, il film accusato di "sessualizzare" le giovani protagoniste che ha dato vita ad una vera e propria campagna di boicottaggio da parte degli utenti.

Secondo i dati raccolti da YipitData (via Variety), infatti, in seguito al movimento #CancelNetflix emerso in questi giorni su Twitter il tasso di cancellazione è salito di quasi otto volte rispetto ai livelli medi giornalieri registrati ad agosto 2020, segnando un record nell'arco degli ultimi cinque anni. Un trend che potrebbe proseguire anche nei prossimi giorni visto il proliferare dell'hashtag sui social, stando all'azienda.

"Cuties è un commento sociale contro la sessualizzazione dei bambini", ha dichiarato Netflix in risposta alle polemiche che hanno diviso critica e pubblico. "È un film premiato e una storia potente sulla pressione che le giovani ragazze subiscono sui social media e più in generale dalla società in crescita. Incoraggiamo chiunque abbia a cuore queste importanti tematiche a guardare il film".

Il film, che ricordiamo essere ancora disponibile su Netflix, racconta le vicende di Amy, 11enne senegalese che vive a Parigi e si unisce ad un gruppo di danza della scuola soprannominato 'cuties', 'carine', (in originale 'mignonnes') per ribellarsi alle oppressioni della sua famiglia e rinunciare così ai valori che le vengono imposti.

FONTE: Variety
Quanto è interessante?
4