Mulan, in arrivo in Cina un nuovo film d'animazione che ribalta tutto lo script Disney

Mulan, in arrivo in Cina un nuovo film d'animazione che ribalta tutto lo script Disney
di

Mulan non sta assolutamente convincendo il pubblico cinese ma, una nuovo film d'animazione totalmente dedicato alla leggendaria eroina che si arruolò in un esercito di soli uomini, potrebbe far prendere d'assalto i botteghini.

In questi giorni infatti uscirà nelle sale cinematografiche il lungometraggio intitolato Kung Fu Mulan, prodotto dalla Gold Valley Film, che si troverà a competere con la mastodontica produzione Disney.

"Quando nel 1998 è uscito il primo film d'animazione dedicato a Mulan e il pubblico mondiale ha pensato che fosse una grande storia, i cinesi sono rimasti sicuramente felicemente sorpresi da questa produzione. Ma molti di noi hanno anche sentito che il personaggio che vedete in quella storia è più una ragazza americana che una ragazza cinese", ha spiegato Karen Luo, produttore esecutivo e capo delle operazioni internazionali di Gold Valley. "Volevamo creare una storia che fosse più adatta ai gusti estetici e alle forme espressive cinesi. Anche se il nostro budget non è neanche lontanamente vicino a quella di Mulan della Disney, abbiamo grande fiducia".

In effetti, non esiste alcun confronto di bilancio tra i due film. Il Mulan della Disney è il film più dispendioso mai diretto da una donna ed costato circa 200 milioni di dollari. Il Kung Fu Mulan della Gold Valley invece, è stato realizzato con soli 15 milioni di dollari.

Tra i due lungometraggi vi è anche una notevole differenza di trama. La rivisitazione della Gold Valley salta infatti la storia delle origini di Mulan e passa rapidamente alla sua vita di soldato. Non c'è un riferimento esplicito al"qi", ovvero quella forza simile a quella di Star Wars che le conferisce poteri di combattimento inquietanti nella versione Disney. Questa Mulan è comunque particolarmente dotata nelle arti marziali, e quindi le vengono affidate missioni particolarmente difficili che nessun altro può portare a termine, come un assassinio. La protagonista si trova ad affrontare un dilemma, tuttavia, quando i suoi sentimenti romantici per un avversario ostacolano il suo dovere verso il suo paese.

Luo ha sottolineato che questo film ha cercato di evidenziare soprattutto l'individualità di Mulan, andando contro lo stereotipo secondo cui la Cina apprezza solo il collettivo. "In molte versioni, lo slogan di Mulan è 'Porterò onore alla mia famiglia', ma volevamo esplorare ciò che lei stessa vuole oltre quel senso di responsabilità", ha detto la produttrice. "I giovani di oggi apprezzano davvero l'individualità, quindi l'abbiamo reso un concetto più pregnante".

Intanto se siete curiosi di scoprire il nostro punto di vista del film di Niki Caro da poco approdato su Disney+, date un'occhiata alla nostra recensione di Mulan.

FONTE: variety
Quanto è interessante?
7