E' morto Stephen Sondheim, autore dei testi di West Side Story

E' morto Stephen Sondheim, autore dei testi di West Side Story
di

Stephen Sondheim è morto a 91 anni venerdì mattina, nella sua casa di Roxbury, Connecticut. A darne notizia è stato l'avvocato F. Richard Pappas, che ha parlato di un addio improvviso. Sondheim aveva infatti celebrato il Ringraziamento con gli amici solo un giorno fa. Si tratta di uno dei più grandi compositori e parolieri di Broadway.

Fu uno dei pochi compositori teatrali a occuparsi sia dei testi sia delle musiche nella metà del XX secolo, e come lui ricordiamo Irving Berlin, Cole Porter e Frank Loesser. Tutti autori di un certo livello.

Tra i musical di maggior successo da lui composti ricordiamo in particolare Company (1970), Sweeney Todd (1979), e Into the Woods (1987). Come paroliere, però, ha anche collaborato a un musical leggendario, West Side Story, negli anni '50. Sicuramente la carriera come paroliere gli ha dato molti risultati. Ad esempio, la commedia farsesca del 1962 per cui ha scritto i testi, A Funny Thing Happened on the Way to the Forum, ha vinto il Tony Award per il miglior musical.

Tanti altri i premi da lui vinti. Sondheim ha infatti ottenuto l'Oscar alla miglior canzone nel 1991 per il film Dick Tracey, sei Tony Awards per miglior colonna sonora e cinque Tony Awards per miglior musical con diverse opere su cui aveva lavorato. Ma non è finita qui, perché ha vinto anche un Premio Pulitzer con Sunday in the Park nel 1985. Nel 2015, invece, è stato insignito della Presidential Medal of Freedom dal presidente Barack Obama.

Recentemente lo abbiamo visto sul set di West Side Story con Spielberg, che sta lavorando a un remake del musical. Una vera fortuna quella di poter avere il leggendario compositore sul proprio set per il regista. Sullo schermo invece lo abbiamo ammirato per l'ultima volta in un piccolo cameo nel film dedicato alla vita di Jonathan Larson Tick, Tick... Boom!. Stephen Sondheim lascia suo marito, Jeffrey Romley e un fratellastro, Walter Sondheim.

FONTE: deadline
Quanto è interessante?
4