E' morto Mardik Martin, autore di Mean Streets, Toro Scatenato e New York, New York

E' morto Mardik Martin, autore di Mean Streets, Toro Scatenato e New York, New York
di

Si è spento all'età di ottantadue anni Mardik Martin, sceneggiatore di alcuni dei maggiori capolavori di Martin Scorsese come Mean Streets, Toro Scatenato e New York, New York.

Nato in Iran da una famiglia armena e cresciuto in Iraq, dove da adolescente ha lavorato per un distributore cinematografico, Martin si è trasferito negli Stati Uniti per studiare economia alla New York University, ma ben presto fu attratto dal dipartimento cinematografico.

Qui incontrò un giovane Martin Scorsese, nel 1961, e poco dopo iniziò a lavorare insieme a lui ai suoi primi film come il cortometraggio del 1964 It's Not Just You, Murray, al film di debutto Who's That Knocking at My Door?” e al documentario Italianamerican. Martin ha co-scritto Mean Streets del 1973 con Scorsese, quindi ha scritto New York, New York con Earl Mac Rauch. Dopo essersi trasferito a Hollywood, Martin ha lavorato per la Chartoff-Winkler Productions, per la quale ha scritto Valentino di Ken Russell. Sebbene The Last Waltz, altra opera di Scorsese del 1978 sul concerto finale dei The Band, fosse un documentario, Martin lavorò alla stesura del trattamento, così come fece anche per il documentario di Scorsese American Boy: A Profile of Steven Prince. Per Toro Scatenato, del 1980, Martin trascorse un anno e mezzo alla ricerca di aneddoti sulla vita del pugile Jake LaMotta e ha scritto la sceneggiatura con Paul Schrader, ottenendo una nomination ai Golden Globe.

Oltre al cinema divenne professore di scrittura alla New York University e alla School of Cinematic Arts della USC. Il suo ultimo credito per la sceneggiatura è stato per The Cut del 2014 di Fatih Akin. Nel 2008 è stato realizzato un documentario sulla sua vita, Mardik: Baghdad a Hollywood.

Per altri approfondimenti, leggete uno speciale su Toro Scatenato e uno su approfondimento su Mean Streets.

Quanto è interessante?
4