Mortal Kombat avrà una clamorosa differenza col videogioco: il regista spiega perché

Mortal Kombat avrà una clamorosa differenza col videogioco: il regista spiega perché
di

Mortal Kombat arriverà in Italia nel mese di maggio ma dagli Stati Uniti, dove il reboot cinematografico della famosa saga videoludica è già disponibile, arrivano clamorose dichiarazioni da parte del regista Simon McQuoid.

Sui social infatti - e vi avvisiamo ancora una volta che l'articolo contiene pesanti spoiler sulla trama di Mortal Kombat - i fan hanno espresso tutta la loro sorpresa circa un cambiamento clamoroso rispetto ai videogame: il famoso torneo del Mortal Kombat, infatti, a differenza dei videogiochi e dei film originali, è completamente assente da questo reboot.

La decisione, com'è lecito aspettarsi, non è stata accolta solo con sorpresa dagli appassionati ma anche con delusione: il regista ha spiegato la sua decisione nel corso di una recente intervista promozionale. "Non volevamo fare le stesse cose dei film precedenti", ha detto McQuoid, facendo riferimento al fatto che i vecchi film di Mortal Kombat invece includevano il celebre e iconico torneo di (brutali) arti marziali. "E, cosa altrettanto importante, però, il team creativo del film ha voluto riflettere su come il franchise dei videogame sia cambiato nel corso degli anni. Se si guarda al modo in cui i videogiochi si sono evoluti e soprattutto se si pone attenzione alle loro trame, ci si rende conto che negli anni il focus si è un po' spostato dal torneo in sé e per sé".

McQuoid, nello spiegare la decisione di non dare troppa rilevanza al torneo Mortal Kombat, ha aggiunto: "Non volevamo ricreare per filo e per segno il film originale, né i primi videogame. Abbiamo voluto considerare l'intera storia del franchise, insieme al fatto che quando usi la struttura di un torneo per un film, quella struttura finisce col diventare una sorta di prigione per la sceneggiatura. E a quel punto imposta tutto il ritmo all'interno del film, e noi non volevamo rimanerci bloccati. Volevamo dare rilevanza al torneo Mortal Kombat perché è una parte importante del franchise, ma non volevamo che condizionasse tutto il resto del film".

Per altri approfondimenti, scoprite la recensione di Mortal Kombat firmata Ed Boon, co-creatore del leggendario videogame.

FONTE: GameSpot
Quanto è interessante?
3