Morbius, Al Madrigal sulle critiche: "Fa tutto parte del mondo del business"

Morbius, Al Madrigal sulle critiche: 'Fa tutto parte del mondo del business'
di

Che Morbius sia stato un flop per la Marvel non è un mistero. Il film con Jared Leto, infatti, è stato duramente criticato da pubblico e giornalisti, che lo hanno ritenuto il capitolo più debole di un Universo in grande espansione. Un attore del film, Al Madrigal, ha commentato queste critiche in un'intervista.

"Vabbè. Fa parte di tutto questo [del business dell'intrattenimento]. Non mi interessa davvero" ha detto l'interprete dell'Agente Rodriguez. "Ho vissuto per due mesi e mezzo a Londra e a Chelsea e sono andato in giro in bicicletta. Mi recavo ad Amsterdam nei fine settimana. Sono stato a un Festival dei tulipani. Ho passato il miglior periodo della mia vita. Anche se non avete visto le mie scene con Michael Keaton e Jared Leto... ho fatto addestramento con le armi. Andavo al BFI quasi ogni singolo giorno e uscivo, prendevo un caffè e guardavo film. Si è trattato del periodo migliore della mia vita. Ho fatto un sacco di cabaret a Top Secret e sono andato al teatro Bill Murray e sono stato un po' lì. Quindi, di nuovo, uno dei momenti migliori della mia intera carriera. Il prodotto finale che state vedendo... quello non è nel mio controllo."

L'attore ha poi raccontato come nella sua carriera spesso i fan gli abbiano espresso rimostranze sulle scene di alcuni film che ha fatto, cosa molto strana per lui, perché in questo modo ha realizzato che una volta che fai un film... esce fuori nel mondo ed è di tutti. "Provo molto odio per me stesso, quindi ho molte critiche nei confronti del mio lavoro" ha aggiunto Madrigal. "Provo sempre a concentrarmi sull'essere migliore. Ma sono anche orgoglioso di ciò che faccio. Ci sono parti in tutti i miei film di cui sono davvero orgoglioso". Parti che non sempre ce la fanno ad entrare nel montato finale. E in effetti proprio l'attore ha rivelato a Comicbook le scene tagliate di Morbius: scopritele con noi!

FONTE: comicbook
Quanto è interessante?
3