Il Miglio Verde: ecco come fu scelto Mr. Jingles, il topino del film con Tom Hanks

Il Miglio Verde: ecco come fu scelto Mr. Jingles, il topino del film con Tom Hanks
INFORMAZIONI FILM
di

Questa sera torna in tv Il Miglio Verde, il celebre film del 1999 prodotto, scritto e diretto da Frank Darabont, basato sull'omonimo romanzo di Stephen King. Questa pellicola oltre a poter contare su attori del calibro di Tom Hanks e Michael Clarke Duncan, ha potuto contare anche su una star d'eccezione, ovvero il topino interprete di Mr. Jingles.

Il roditore fu selezionato fra più di di 30 topi ammaestrati e a quanto pare, per permettergli di compiere il suo difficile lavoro, sul set veniva seguito un protocollo molto speciale. L'interprete di Mr. Jingles camminava infatti nella direzione in cui era stata posto una ciotola rossa con del cibo, rispettando così, in maniera impeccabile tutte le scelte del regista. Per le scene un po' più ostiche, come quella in cui John Coffey resuscita il topo calpestato dalla guardia, si è però deciso di utilizzare la computer grafica. Del resto, un topino così intelligente non sarebbe potuto essere fatto fuori per Il Miglio Verde. Per tutta la durata del film tra l'altro, la American Humane Association, un'organizzazione per i diritti degli animali, si accertò delle condizioni del topo e di tutti gli altri animali coinvolti nella pellicola.

Mr. Jingles nel corso degli anni poi, è diventato una vera e propria star del panorama cinematografico, e in molti sperano addirittura che possa essere vissuto tanto a lungo, quanto il personaggio da lui interpretato. Questo appare alquanto improbabile visto che l'età media di un topo è di 3 anni mentre, quello del film è vissuto per più di 60 anni, però, mai dire mai.

Proprio nelle scorse ore tra l'altro, abbiamo raccolto per voi alcune curiosità de Le ali della libertà, un film sempre di Frank Darabont, tratto anch'esso da un'opera di Stephen King.

Quanto è interessante?
3