Michael Douglas risponde alle accuse di molestie: "Sono totalmente fasulle!"

di

Tira ancora una brutta aria in quel di Hollywood dopo lo scandalo delle molestie sessuali contro Harvey Weinstein, che ha portato allo scoperchiamento di un vaso di pandora legato proprio alle sexual harrassement e alla nascita del movimento Time's Up, supportato pochi giorni fa da Oprah Winfrey nel celebre discorso ai Golden Globes.

Nonostante la serata all'insegna di polemiche contro un ancora dilagante sessismo, non sono passati due giorni che sono montate nuove polemiche legate proprio a presunte molestie contro James Franco e Michael Douglas. Apparentemente accusato di essersi masturbato davanti a un'ex-dipendente ben 32 anni fa, quest'ultimo ha però voluto rispondere a queste mediante un commento rilasciato ai microfoni di Deadline.

Queste le sue parole: "Sono totali falsità. Ho ricevuto un messaggio dal mio avvocato nel quale venivo informato che l'Hollywood Reporter voleva scrivere e pubblicare una storia su di una dipendente che lavorava per me circa 32 anni fa. Questa affermerebbe che io abbia usato innanzitutto un linguaggio colorito in sua presenza, non contro di lei, ma solo colorito, in generale. Poi continuerebbe sostenendo che nel corso di alcune telefonate in sua presenza, io abbia parlato in modo rauco o volgare con dei miei amici, in conversazioni private".

Continua Douglas: "Alla fine l'ho licenziata a causa del lavoro che stava facendo. Per finire, però, sempre la stessa affermerebbe che io l'abbia svaligiata dall'industria e le abbia impedito di trovare un nuovo lavoro. E per finire, concluderebbe il tutto sostenendo una mia masturbazione davanti ai suoi occhi. Questa è una completa bugia, una fabbricazione che non ha in alcun modo a che fare con la realtà dei fatti. Ed è estremamente doloroso. Non ho alcuno scheletro nel mio intimo".

Dichiarandosi infine solidale con il movimento per le donne, l'attore conclude: "La parte che fa più male è dover condividere qualcosa di simile con tua moglie o i tuoi figli, questi ultimi davvero arrabbiati perché devono andare a scuola e preoccuparsi di leggere un simile articolo su di me dove si afferma che io sia un molestatore sessuale. Sono davvero spaventati e molto a disagio".

FONTE: Deadline
Quanto è interessante?
2