Michael Bay nei guai: il suo film sulla pandemia bloccato per colpa ... della pandemia

Michael Bay nei guai: il suo film sulla pandemia bloccato per colpa ... della pandemia
di

Durante le settimane di lockdown era stato annunciato un nuovo film di Michael Bay basato sulla pandemia in corso le cui riprese sarebbero partite immediatamente con dei protocolli di sicurezza avanguardisti, ma a quanto pare le cose non sono andate esattamente come previsto.

Il thriller, intitolato Songbird e prodotto da Bay, è stato infatti bloccato dal SAG-AFTRA, il sindacato degli attori, che ha ordinato un repentino "Do Not Work" citando proprio un mancato rispetto delle pratiche di sicurezza obbligatorie. "Il produttore del film intitolato Songbird non ha firmato alcun accordo applicabile per il SAG-AFTRA applicabile" recita la nota. "Stando così le cose, i membri di SAG-AFTRA possono astenersi da qualsiasi servizio di recitazione o dall'eseguire qualsiasi lavoro per questa produzione fino a nuovo avviso da parte del sindacato."

SAG-AFTRA ha inoltre illustrato le conseguenze dell'ignorare il blocco dei lavori. "Si prega di notare che accettare un impiego o fornire servizi per Songbird può essere considerato una violazione della Regola globale 1. La violazione di questo ordine può comportare un'azione disciplinare in conformità con la Costituzione SAG-AFTRA."

La produzione cinematografica e televisiva in California è stata autorizzata a riprendere i lavori il 12 giugno, sebbene con protocolli sanitari per prevenire la diffusione della pandemia di COVID-19. Per altri approfondimenti vi rimandiamo ai dettagli del contratto firmato da Michael Bay con la Sony Pictures.

FONTE: THR
Quanto è interessante?
3