I Mercenari: il sadico scherzo con cui Sylvester Stallone fregò Dolph Lundgren sul set

I Mercenari: il sadico scherzo con cui Sylvester Stallone fregò Dolph Lundgren sul set
di

Le riprese de I mercenari 4 si sono concluse in questi giorni, e in una nuova intervista promozionale Dolph Lundgren ha raccontato un simpatico aneddoto risalente alla produzione del primo film della saga di Sylvester Stallone.

Le due star ovviamente hanno un lungo passato di collaborazioni, il che lascia presumere che siano legati da una sorta di amicizia anche nella vita privata. E del resto nessuno, forse neanche Stallone, si permetterebbe di organizzare uno scherzo così sadico alle spalle di Dolph Lundgren a meno che possa considerarsi un suo amico.

"Ricordo che durante le riprese del primo film, quel figlio di una buona donna me ne fece una delle sue: dovevo dire questa battuta che aveva scritto lui, e poi far saltare in aria un pirata o una cosa del genere. Arrivato il momento di girare la scena, dico quello che devo dire e penso sia finita lì, ma lui non è convinto e mi fa rifare la ripresa qualcosa come tipo quindici, venti volte. Mi stava facendo impazzire, ho pensato di ammazzarlo con le mie mani. Mi sentivo anche in imbarazzo, perché non capivo: cosa stavo sbagliando? Era una battuta facilissima. Alla fine si accontenta, e tempo dopo in post-produzione mi convoca nel suo ufficio per una sessione di ADR. E a quel punto Sly mi fa: 'Ecco il ciak che ho scelto per il film'. Indovinate qual era? Il primo ciak. Quel figlio di buona donna aveva già deciso che la prima ripresa andava benissimo, mi ha fatto ripetere quella battuta quindici volte solo per rompermi le palle!"

Ricordiamo che Stallone e Lundgren si sono 'rincontrati' nella director's cut di Rocky IV, già uscita negli Stati Uniti al cinema e nel mercato digitale. Recentemente, inoltre, Dolph Lundren ha anticipato uno spinoff su Ivan Drago apparentemente in fase di esplorazione in casa MGM.

FONTE: Looper
Quanto è interessante?
1