Megan Is Missing: perché l'horror che ha sconvolto TikTok è così controverso?

Megan Is Missing: perché l'horror che ha sconvolto TikTok è così controverso?
di

Come molti altri fenomeni di massa, Megan Is Missing ha conquistato TikTok all'improvviso e senza un particolare motivo. Ma cosa rende il film del 2011 così sconvolgente e controverso?

Un progetto problematico fin da subito, visto che al regista Michael Goi sono serviti ben cinque anni per trovare qualcuno che distribuisse il film. La rappresentazione esplicita di aggressioni di tipo sessuale e il fatto che tutta la storia ruotasse attorno alla vita dei teenagers hanno infatti creato non poche polemiche, anche dopo l'uscita. Polemiche destinate a risorgere dalle ceneri anche con la rinnovata fortuna che il film ha ricevuto sui social.

Il pubblico di TikTok ha infatti messo in piedi una challange per la quale gli utenti devono guardare il film il più a lungo possibile, senza interruzioni. Alcuni non riescono a superare i primi venti minuti, mentre i più coraggiosi si spingono fino al finale, lamentando però un certo fastidio. Insomma, un fenomeno horror che si è diffuso soprattutto tra il pubblico più giovane.

Il fatto che la storia parli proprio di un predatore sessuale che conosce le due ragazze protagoniste online non fa che amplificare la potenza del messaggio alla base del film. Il resto è lasciato alla soggezione di trovarsi davanti a quello che viene riconosciuto attualmente come l'horror più inquietante di sempre. Il regista stesso ha voluto scrivere un messaggio di avvertimento, esortando gli spettatori a "non guardare il film di notte. Non guardatelo da soli, e se vedete apparire sullo schermo le parole 'foto numero uno', avete circa quattro secondi per chiudere il film".

In realtà, in qualche caso la pellicola venne persino proiettata nelle scuole, per far comprendere a tutti i pericoli degli incontri sul web. Se siete appassionati del genere vi rimandiamo alla lista di film horror da guardare in streaming.

Quanto è interessante?
4