Maze Runner - La Rivelazione: arrivano le prime brutali recensioni del film

di

Non arrivano recensioni molto positive per Maze Runner - La Rivelazione, pellicola conclusiva della trilogia di Maze Runner, tratta dai romanzi di James Dashner, diretto da Wes Ball e interpretato da Dylan O'Brien. Tuttavia sembra che questo capitolo non incontri i favori della critica oltreoceano, stando a quello che si legge.

La serie di pellicole di Maze Runner aveva avuto un inizio molto promettente con il primo film del 2014, un valido thriller ambientato in un futuro distopico, con un protagonista avvincente (Dylan O'Brien) e un cast impressionante di talenti emergenti (Will Poulter, Ki Hong Lee e Thomas Brodie-Sangster). Il seguito, Maze Runner - La fuga, è uscito al cinema a meno di un anno dall'arrivo nelle sale del primo film e nonostante sia stato sostanzialmente un passo indietro rispetto al primo capitolo, i due film, attraverso un budget modesto, sono comunque riusciti a incassare oltre 660 milioni di dollari e un terzo film era inevitabile.
Sfortunatamente sembra che il risultato di questo terzo film sia peggiore. I critici non sono stati molto lusinghieri al riguardo, considerandolo privo d'inventiva e troppo scontato, realizzato solamente per poter concludere la trilogia. Ecco alcune delle recensioni più importanti.
"La mancanza di un complotto serrato e una narrativa tentacolare che raramente conferma le aspettative, fanno di Maze Runner - La Rivelazione un film caotico, eccessivo e macchinoso, che mostra perché il genere young adult, almeno in termini di futuro distopico, è scomparso. Non evolve in modo significativo, non sfrutta i suoi punti di forza, e fa affidamento su snodi di trama noiosi. Tutto questo conferma che la serie di film di Maze Runner ha raggiunto il suo apice già nel primo dei tre film" ha commentato Collider.
Laconico il commento del San Francisco Chronicle:"Sono 142 minuti che non potrai mai avere, spesi per guardare Maze Runner - La Rivelazione".
The Hollywood Reporter spiega:"Il problema è che Maze Runner - La Rivelazione è così caricato e così troppo lungo che sembrano due film. Momenti di stanca smorzano completamente le sequenze action, innegabilmente eccitanti, rendendo improbabile che questo finale lasci qualcosa ai fan. Quando il malvagio scienziato interpretato da Aidan Gillen, nel bel mezzo di una scena di combattimento, si ferma e sospira 'Ok, ora basta', ci sentiamo di condividere la sua stanchezza".
US Magazine sostiene che "il finale è solamente per i fan che sono voluti arrivare fin qua" mentre il Seattle Times scrive:"E così corrono. E corrono ancora. Per tutto il tempo. Catturati, imprigionati, liberati, perseguitati, riconquistati. E pensi 'ma non l'ho appena vista questa scena?' e ti rispondi 'si'. E poi tutto ricomincia".
"Veramente poco si può dire su La Rivelazione. Ci sono dei buchi nella trama e le motivazioni dei personaggi diventano solamente un fattore di convenienza narrativa" riporta ReelViews.
Maze Runner - La Rivelazione è diretto da Wes Ball e comprende nel cast Dylan O'Brien, Kaya Scodelario, Thomas Brodie-Sangster, Ki Hong Lee, Nathalie Emmanuel, Aidan Gillen, Giancarlo Esposito, Katherine McNamara, Walton Goggins, Rosa Salazar, Patricia Clarkson, Barry Pepper, Jacob Lofland e Dexter Darden. Il film uscirà nelle sale italiane dal 1° febbraio. Qui la nostra recensione.

FONTE: ScreenRant
Quanto è interessante?
3