di

Nel corso di un'intervista video con il giornalista Graham Bensinger, il premio Oscar Matthew McConaughey ha svelato un aneddoto che riguarda il periodo della lavorazione di Magic Mike, diretto da Steven Soderbergh. L'attore ha raccontato come si è svolta la sua preparazione al ruolo insieme a Channing Tatum, co-protagonista del film.

"Ci sono molti momenti di 'scintilla' quando mi preparo ad un personaggio. Spero sempre di trovare questi momenti di verità prima d'iniziare le riprese di un film. Con Magic Mike, ad esempio, mi sono reso conto in primo luogo di quanto fosse banale questo mondo. Insieme a Channing [Tatum] ad esempio, ho notato che questi uomini che venivano a parlarci erano come avvocati, banchieri, contabili. Molto formali. Mentre li vedevamo pensavamo a quanto fossero quasi nerd. Trenta minuti dopo erano sul palco a ballare. Ci siamo detti 'Aspetta, quel tipo nerd che non era neanche vestito bene è su quel palco a ballare?'. Questo mondo era molto più banale e meno glamour di quanto ci aspettassimo" ha confessato.

Infine ha concluso:"Se fossi il capo - dissi - metterei qualcuno alla porta a segnare ogni auto con cui è arrivata ogni donna. Vorrei sapere se arrivano con una Mercedes o con una Subaru" ha dichiarato.
In Magic Mike, Matthew McConaughey interpreta il leader Dallas. Il film racconta la storia di Mike (Channing Tatum), un ragazzo che divide la sua vita tra il lavoro diurno in un cantiere e la vita notturna da stripper. Il suo esibizionismo superficiale lo rendono la star del locale, nel quale ogni sera balla insieme ad altri uomini tra cui il capo del gruppo, Dallas (Matthew McConaughey). L'incontro con un giovane, Adam (Alex Pettyfer), lo condurrà nel giro dei night-club.

Su Everyeye potete leggere la recensione di Magic Mike e la recensione di Magic Mike XXL, il sequel diretto da Gregory Jacobs.

Quanto è interessante?
1