Matrix Resurrections, Yahya Abdul-Mateen II: 'Dopo il provino fui costretto a festeggiare'

Matrix Resurrections, Yahya Abdul-Mateen II: 'Dopo il provino fui costretto a festeggiare'
di

La carriera di Yahya Abdul-Mateen II sembra aver davvero spiccato il volo in questi ultimi anni: la partecipazione a film come Noi e Il Processo ai Chicago 7 e a show come Watchmen è stata il perfetto trampolino di lancio per la definitiva consacrazione in arrivo con Matrix Resurrections. Ma come sta vivendo la cosa il diretto interessato?

Dopo aver parlato del Morpheus di Matrix Resurrections, Yayha Abdul-Mateen II è tornato sui giorni in cui sostenne i provini per il ruolo che fu di Laurence Fishburne, ricordando l'eccitazione ma anche lo stress dovuto agli impegni con le conferenze stampa per la promozione di Watchmen.

"Mi chiusi in una camera d'hotel per un paio di giorni a lavorare sul materiale, volai a Los Angeles, ebbi un incontro con Lana Wachowski, parlammo per circa un'ora. E poi provammo per circa mezz'ora. Facemmo la stessa cosa il giorno dopo. Meno di una settimana dopo ricevetti una telefonata per dirmi che ero il benvenuto nella squadra" sono state le parole dell'attore.

L'ex-Dottor Manhattan dello show HBO ha poi proseguito: "Fui costretto ad uscire e festeggiare. Bevvi qualche drink. Chiamai mia madre e le dissi tutto, ma probabilmente avrei voluto andare a letto e prepararmi per la conferenza del giorno dopo. Avevo una conferenza stampa per Watchmen o qualcosa del genere. Fui praticamente costretto a stoppare qualunque cosa stessi facendo e ad uscire per festeggiare, ma sono felice di averlo fatto perché sono le prime cose che ricordo di quei momenti".

Siete convinti della scelta di Yayha Abdul-Mateen II come nuovo Morpheus? Fatecelo sapere nei commenti! Negli ultimi giorni, intanto, si parla della possibilità che con Matrix Resurrections parta una nuova trilogia.

Quanto è interessante?
3