Matrix Resurrections, il nuovo sequel è una meta-risposta sul ritorno di Lana Wachowski?

Matrix Resurrections, il nuovo sequel è una meta-risposta sul ritorno di Lana Wachowski?
di

Manca poco all'uscita al cinema di Matrix Resurrections, e nei giorni scorsi abbiamo scoperto qual è stata la scena più difficile per Carrie Anne Moss nel franchise. Il nuovo film, è bene ribadirlo, sarà un sequel e non un reboot, e secondo EW conterrà un riferimento meta-cinematografico che chiama in causa direttamente la regista Lana Wachowski.

Il nuovo capitolo di Matrix è per lei il primo girato da sola, senza la sorella Lilly, e secondo questa teoria affronterebbe proprio il ragionamento dietro la decisione di riprendere il franchise, nella vita reale per quanto riguarda Lana Wachowski e sullo schermo per quanto riguarda i personaggi di ritorno.

"La nuova vita di Neo ora include Bugs, la donna dai capelli blu con il tatuaggio di un coniglio bianco. Quando incrocia il percorso di Neo, otteniamo più indizi sul motivo per cui Lana si è sentita così obbligata a tornare in Matrix (C'è anche un trattamento piuttosto meta di quella stessa domanda nel film). Secondo Wachowski, l'arte è uno specchio: la maggior parte delle persone guarda la superficie, ma ci saranno persone a cui piacerà ciò che si nasconde dietro lo specchio. Ho realizzato questo film per loro, sostiene la regista."

Abbiamo visto recentemente un nuovo spot con Keanu Reeves, ma della trama di Matrix Resurrections si sa ancora poco. Per chiarire ogni dubbio bisognerà quindi aspettare l'uscita del film.

FONTE: screenrant
Quanto è interessante?
4