Matrix Resurrections: il ruolo dell'Analista di Neil Patrick Harris spiegato

Matrix Resurrections: il ruolo dell'Analista di Neil Patrick Harris spiegato
di

Molti degli attori storici non sono tornati in Matrix 4. Tra questi c'è l'Architetto, interpretato da Helmut Bakaitis. Questo personaggio è stato "sostituito" dall'Analista di Neil Patrick Harris. Ma chi è precisamente il protagonista interpretato da Harris? Scopriamolo insieme.

Vi avvisiamo che quanto segue potrebbe contenere spoiler, quindi se ancora non avete visto il film vi consigliamo di tornare indietro!

Da quel che abbiamo visto, si tratta del terapista di Thomas, che lavora con lui per comprendere al meglio cosa si cela dietro ai suoi sogni, e soprattutto ad aiutarlo a distinguerli dalla realtà. Si tratta di una figura fondamentale per la pellicola. Infatti segue Neo, imprigionato in una specie di limbo mentale, per poi diventare il villain del film. L'Analista rappresenta il concetto centrale di Matrix, questa prigione che prende forma e in questo capitolo diventa un vero e proprio essere vivente.

Parliamo, dunque, di uno psichiatra che studia e manipola il suo paziente, prescrivendogli anche degli psicofarmaci. Questa posizione di "privilegio" gli dà accesso alla parte più importante di Neo, e proprio questo lo rende tanto ostico da affrontare. Insomma, parliamo sicuramente di una figura affascinante, ma che proprio per queste sue caratteristiche è in grado di mettere a disagio. Sicuramente tutto ciò ha portato molti a chiedersi se Lana Wachowski volesse effettivamente dare un messaggio sulla psicoterapia e sugli psichiatri: voi cosa ne pensate?

Intanto, mentre il film è ancora al cinema, tutti si chiedono: ci sarà anche un quinto capitolo di Matrix?

Quanto è interessante?
1