Matrix Resurrections, parlano i critici delle più famose testate statunitensi

Matrix Resurrections, parlano i critici delle più famose testate statunitensi
di

Abbiamo recentemente scoperto se Matrix Resurrections è promosso o bocciato. A parlare è la stampa di varie testate statunitensi, che ha riservato valutazioni inaspettate per l'ultima fatica di Lana Wachowski. Ecco cosa ne hanno pensato.

Il primo a parlare è stato Eric Eisenberg, che ha dato al nuovo sequel 3,5 stelle su 5. Secondo lui l'inizio esplosivo crea un'aspettativa che non viene a pieno soddisfatta, ma il risultato è comunque buono. "Il nuovo blockbuster ha per lo più successo, poiché si basa sul canone stabilito, ha i suoi motivi per riportare in vita il mondo e i personaggi e dà vita a una serie di scene esplosive, ma è anche una produzione che si distingue per la sua 'irregolarità'" ha detto Eisenberg. "Il primo atto di Matrix Resurrections regala un'esperienza cinematografica decisamente felice; il secondo atto invece è faticoso, appesantito da elementi troppo familiari e pesanti della trama; e la conclusione è per fortuna abbastanza solida da compensare i passi falsi che la precedono."

E' poi la volta di Amelia Emberwing di IGN, che ha dato a The Matrix Resurrection un 4 su 10, definendolo un film con momenti familiari molto belli, ma per il resto composto perlopiù da "buone idee". "Oserei dire che Matrix Resurrections è composto quasi interamente da buone idee. Il problema è che non è un bel film. È un mucchio di idee ordinate individualmente e accatastate come un gruppo di ragazzini che cercano di comprare un biglietto per un film vietato ai minori" ha detto Emberwing.

Riley Silverman di Nerdist la pensa in modo diverso, attribuendo 3 stelle su 5 alla pellicola. Lo ritiene infatti un film che sicuramente non ha un elemento rivoluzionario, cosa che ha caratterizzato i precedenti, ma comunque ben riuscito nel suo complesso. "Simile ai sequel precedenti, quando raggiunge i suoi massimi, ha da offrire. L'ambizione è scontata, il ritmo raramente si ferma e Keanu si diverte molto di più con il ruolo rispetto alla trilogia originale. Porta molto della sua atmosfera rilassata degli anni più recenti."

Joshua Rothkopf di EW ha invece dato una B+ al nuovo Matrix, concentrandosi nella sua valutazione soprattutto sulla storia d'amore tra Neo e Trinity. "Resurrections eclissa i suoi predecessori con una storia d'amore che prende a calci il cuore: Reeves e Moss, a loro agio con i silenzi, creano un'intimità adulta, così rara nei blockbuster, che è ancora più elettrizzante di qualsiasi salto dal tetto". Non del tutto d'accordo è stato William Bibbiani di The Wrap, che ha convenuto che la profondità data alla relazione tra Neo e Trinity rende effettivamente i tre film precedenti retroattivamente migliori. Tuttavia aggiunge che questa differenza fa si che questa sia una trilogia tutta nuova e con una caratterizzazione tutta sua.

Ora, in attesa dell'uscita del film, prevista per il 1 Gennaio 2022 in Italia, possiamo goderci il trailer di Matrix: Resurrections!

Quanto è interessante?
6