Matrix 4, l'accusa del rapper: 'Scartato dopo un provino telefonico, dal vivo sono meglio'

Matrix 4, l'accusa del rapper: 'Scartato dopo un provino telefonico, dal vivo sono meglio'
di

Un provino per una grande produzione è già di suo qualcosa di molto stressante: se poi ci si mette anche l'emergenza sanitaria a complicare ulteriormente le cose diventa davvero difficile sperare che tutto vada per il meglio. Per informazioni, chiedete ad Action Bronson del suo provino per Matrix 4.

Il rapper sperava di ottenere una parte nel film con Keanu Reeves, ma stando al suo racconto sarebbe stato scartato dopo un provino avvenuto via telefono a causa delle note disposizioni sul distanziamento sociale.

Una cosa che sembra aver lasciato l'amaro in bocca ad Action, che ha raccontato: "Alla fine non ho avuto il ruolo. Avrei dovuto saperlo, ma avrei voluto esserci. Mi sarei infilato in una ca**o di impalcatura appeso a un cavo pendente da un ponte o qualcosa del genere. Ho fatto il mio provino, ma è stato davvero strano. È stato durante l'emergenza COVID ed è avvenuto tramite telefono. Era una situazione strana. Di persona sono meglio, posso colpirti. Devi vedermi nella mia interezza. Non puoi farti un'idea di me tramite telefono, no?" è stato l'amareggiato resoconto del diretto interessato.

A proposito di COVID: sembra proprio che la festa di fine riprese di Matrix 4 abbia violato le regole sul distanziamento; Keanu Reeves, intanto, ha spiegato le differenze di recitazione tra Matrix e Cyberpunk 2077.

Quanto è interessante?
6