Marvel Universe, Samuel L. Jackson ama DC: "Ma non farei mai i film, ecco perché"

Marvel Universe, Samuel L. Jackson ama DC: 'Ma non farei mai i film, ecco perché'
di

Con l'espandersi del Marvel Cinematic Universe e del DC Extended Universe, sono molti gli attori ad avvicendarsi fra i due competitor. Ma Samuel L. Jackson, che pure è sempre stato un grande fan dei fumetti DC più che Marvel, non si presterà mai ai primi: "Non so che problemi abbiano".

Da quando ha iniziato ad assumere i contorni di una vera e propria guerra al cinecomic, la storica rivalità fra l’MCU dei Marvel Studios e del DCEU di Casa Warner ha portato in molti a schierarsi da una parte o dall’altra della barricata. Sono davvero pochi però quelli che credono il secondo in grado di competere con la gigantesca struttura narrativa messa su da Kevin Feige. Mai stato veramente organico e con un canone ben definito, il DC Extended Universe sembra molto più abile a scommettere su singoli franchise come The Batman, che ha creato tanto scalpore da portare in molti a considerarlo anche migliore del Batman di Nolan.

Nonostante il nuovo universo di Matt Reeves, su tutti, aprirà le porte a diversi villain e personaggi nei prossimi Batman, c’è un attore prestatosi per anni al mondo del cinecomic che non sembra affatto interessato a cambiare bandiera. Quel qualcuno è il Samuel L. Jackson interprete di Nick Fury, intravisto già nella scena post-credit del primo Iron Man nel lontano 2008. L’attore attende ora l’uscita della misteriosa serie Secret Invasion, che potrebbe aver subito però un grosso posticipo viste le riprese ancora in corso. Per spiegare la diffidenza per l’universo cinematografico messo su dalla DC, è intervenuto lo stesso attore.

Sugli attori che si prestano a entrambi gli universi (si veda di recente J.K. Simmons), Jackson ha ammesso: “In fondo noi attori siamo tutti dei mercenari. È un po' quello che facciamo, recitiamo per chi recitiamo e per chi ci offre dei ruoli. Ma non so se sarei in grado di leggere un copione DC se poi devo dire: 'Sì, che cosa stupida!'. Solo perché ti aspetti che certe cose debbano succedere e basta”. L’attore di Pulp Fiction sembra dunque lamentare una certa carenza nelle impostazione delle sceneggiature DC che altri invece lamentano anche alla Marvel. Ciò che colpisce di più, però, è che in origine, potendo scegliere e se l’MCU non si fosse mosso per primo, Samuel L. Jackson sarebbe potuto finire nel campo DC.

Questo perché è sempre stato un grande appassionato di quei fumetti, più che della Marvel: “Sono un fan dei fumetti, quindi leggo fumetti da sempre. Ma a dire il vero, non li leggo nemmeno i fumetti Marvel. Li sfoglio ogni tanto per le parti, tutto qui. Per contro ho letto la DC Comics per tutta la mia vita. Siamo passati tutti attraverso Superman, Batman, Silver Surfer, Aquaman. Mi immaginavo come un nuotatore, ero votato alla DC. Ma non so quale problema abbiano dal punto di vista cinematografico, invece...”. Voi cosa ne pensate? Ditecelo nei commenti!

Quanto è interessante?
4