Marvel

Marvel Studios, Mollie Fitzgerald afferma di aver ucciso sua madre per autodifesa

Marvel Studios, Mollie Fitzgerald afferma di aver ucciso sua madre per autodifesa
di

Nei primi giorni dell'anno è emersa la notizia che Mollie Fitzgerald, attrice il cui unico exploit è stato in Captain America: The First Avenger, è stata accusata di aver ucciso la propria madre, ma adesso i suoi avvocati hanno provato a cambiare la versione della polizia.

L'attrice, regista e produttrice 38enne ha dichiarato alle autorità di aver uccidilo la madre Patricia per legittima difesa, sebbene l'autopsia non sostenga la sua versione. Secondo il Medical Examiner (via TMZ), è stata trovata la prova che in realtà fu la madre di Mollie a tentare di difendersi, considerando che il cadavere ha riportato ferite su entrambe le mani, definite "lesioni difensive".

Patricia aveva anche segni di lividi su viso, labbra e collo, oltre ovviamente alle quattro coltellate mortali. Quando i poliziotti sono arrivati ​​sulla scena, Mollie aveva una serie di piccoli tagli sui palmi e un segno di morso all'interno del bicipite sinistro.

Mollie Fitzgerald è stata l'assistente del regista Joe Johnston sul set di Captain America: The First Avenger del 2011 e ha avuto un cameo nel film come una delle "Stark Girls" nella scena in cui Howard Stark (Dominic Cooper) si vanta delle sue invenzioni allo Stark Expo alla presenza di Steve Rogers (Chris Evans). La Fitzgerald può essere vista al fianco di Cooper poco prima che il protagonista incontri Peggy Carter (Hayley Atwell) e si trasformi nel celebre supereroe.

Per altri approfondimenti, leggete le dichiarazioni di Robert Downey Jr. sul suo ritorno nei panni di Iron Man.

Quanto è interessante?
3