Marvel

Marvel, anche Sebastian Stan non è d'accordo con "il suo eroe" Francis Ford Coppola

Marvel, anche Sebastian Stan non è d'accordo con 'il suo eroe' Francis Ford Coppola
di

Francis Ford Coppola ha riacceso la polemica tra Martin Scorsese e i film Marvel definendo questi ultimi "spregevoli", e dopo la risposta di James Gunn non ha tardato ad arrivare anche la critica di Sebastian Stan sulla presa di posizione del leggendario regista di Apocalypse Now.

"E' uno dei miei eroi, lo stavo ascoltando e nel frattempo passavo la giornata con tutti voi" ha detto l'interprete del Soldato d'Inverno/Bucky durante un panel del Fandemic Tour di Houston (via Comicbook.com). "Le persone venivano da me e dicevano 'Grazie mille per questo personaggio', 'Questo film mi ha aiutato molto', 'Questo film mi ha ispirato. Ora mi sento meglio. Ora mi sento meno solo', quindi come si fa a dire che questi film non aiutano le persone?"

Coppola è tornato sull'argomento lanciato da Scorsese, secondo cui i film Marvel "non sono cinema", affermando che il regista di The Irishman era stato addirittura troppo gentile nel definirli in tale modo. Stan in particolare ha fatto riferimento alla parte in cui Coppola dice: "Quando Martin Scorsese dice che i film della Marvel non sono cinema ha ragione, perché ci aspettiamo di imparare qualcosa dal cinema, ci aspettiamo di ricevere qualcosa, un insegnamento, un po’ di conoscenza, ispirazione."

Dopo il ruolo in Avengers: Endgame, Stan tornerà a vestire i panni del personaggio nella serie Disney+ The Falcon and The Winter Soldier, le cui riprese sono iniziate oggi in vista dell'uscita prevista per l'autunno del prossimo anno.

Quanto è interessante?
5